Medinews
19 Dicembre 2014

Anno I – numero 4 – Dicembre 2014RITORNO SULL’INVESTIMENTO: VALUTAZIONE COMPLESSIVA DEI BENEFICI E DEI RISPARMI SUI COSTI DEL PROGRAMMA DI PIANIFICAZIONE FAMILIARE PUBBLICA NEGLI STATI UNITI


Il programma di pianificazione familiare pubblica negli Stati Uniti opera su milioni di donne e uomini ogni anno e questa analisi fornisce nuove stime del suo impatto positivo su un’ampia gamma di esiti sanitari e risparmi netti per il governo. L’investimento pubblico in programmi di pianificazione familiare e in personale medico non solo aiuta donne e coppie ad evitare gravidanze indesiderate e aborto, ma aiuta anche molte migliaia di persone ad evitare tumore cervicale, HIV (virus dell’immunodeficienza umana) e altre infezioni sessualmente trasmesse (STI), infertilità e parti pretermine e neonati di basso peso alla nascita. Questo investimento pubblico è risultato in un risparmio netto per il governo di 13,6 miliardi $ nel 2010 e in 7,09 $ per ogni dollaro pubblico speso. Ogni anno il programma di pianificazione familiare pubblica negli Stati Uniti aiuta milioni di donne con basso reddito. Sebbene l’impatto sulla salute e i risparmi del settore pubblico associati ai servizi di questo programma si estendano ben oltre la prevenzione delle gravidanze indesiderate, non sono stati mai completamente quantificati. I ricercatori del Guttmacher Institute statunitense, utilizzando un’ampia varietà di dati da sondaggi e di parametri pubblicati, hanno stimato i benefici diretti sulla salute sia a livello nazionale che statale che si ottenevano dalla fornitura di contraccettivi, di test per l’HIV e di altre STI, di Pap test e del test per il papillomavirus umano (HPV) e di vaccinazioni contro l’HPV nell’ambito del programma di pianificazione familiare pubblica nel 2010. Gli autori dello studio pubblicato sulla rivista Milbank Quarterly hanno stimato i risparmi sui costi pubblici attribuibili a questi servizi e hanno comparato gli stessi con il costo dei servizi di pianificazione familiare pubblica nel 2010 per ottenere i risparmi netti nel settore pubblico. Hanno anche aggiustato le stime di risparmio dei costi per le nascite non programmate per escludere alcune nascite erroneamente stimate che avrebbero dovuto essere a carico del governo se fossero avvenute più tardi e per includere i costi medici per i nati fino al quinto anno di età. Nel 2010, le cure fornite durante le visite di pianificazione familiare pubblica hanno permesso di evitare (stima) 2,2 milioni di gravidanze indesiderate, che includevano 287.500 nascite ravvicinate e 164.190 neonati pretermine o di basso peso alla nascita, 99.100 casi di clamidia, 16.240 casi di gonorrea, 410 casi di HIV e 13.170 casi di malattia pelvica infiammatoria che avrebbero portato a 1.130 gravidanze ectopiche e a 2.210 casi di infertilità. Anche Pap test e test di HPV e vaccini contro l’HPV hanno permesso la prevenzione (stima) di 3.680 casi di tumore della cervice uterina e di 2.110 decessi per cancro cervicale; la vaccinazione contro l’HPV ha anche permesso di prevenire 9.000 casi di sequelae anormali e lesioni precancerose. I servizi forniti presso i centri sanitari supportati dal ‘Title X’ (dieci), del programma di pianificazione familiare nazionale, sono responsabili di oltre la metà di questi benefici. I risparmi pubblici lordi attribuiti a questi servizi hanno totalizzato approssimativamente 15,8 – 15,7 miliardi $ dalla prevenzione delle nascite non desiderate, 123 milioni $ dal test di STI/HIV e 23 milioni $ dal Pap test e dal test per l’HPV e dai vaccini contro l’HPV. Sottraendo 2,2 miliardi $, corrispondenti ai costi del programma, dai risparmi lordi si ottiene un risparmio netto nel settore pubblico di 13,6 miliardi $. In conclusione, le spese pubbliche per il programma di pianificazione familiare statunitense non solo hanno permesso la prevenzione di gravidanze indesiderate ma hanno anche ridotto l’incidenza e l’impatto di neonati pretermine e di basso peso alla nascita, di infezioni sessualmente trasmesse, infertilità e tumore della cervice uterina. Questo investimento quindi ha permesso un risparmio al governo di miliardi di dollari pubblici, equivalenti a un risparmio per i contribuenti stimato intorno a 7,09 $ per ogni dollaro pubblico speso.

Return on Investment: A Fuller Assessment of the Benefits and Cost Savings of the US Publicly Funded Family Planning Program. Milbank Quarterly 2014 Dec;92(4):696
TORNA INDIETRO