Medinews
23 Gennaio 2015

Anno I – numero 1 – Dicembre 2014EFFETTI DEI PROBIOTICI SULLA RECIDIVA DI VAGINOSI BATTERICA

La vaginosi batterica è una causa comune di disturbi genitali nelle donne in età fertile e può generare molte complicanze. È normalmente trattata con metronidazolo e clindamicina; tuttavia, questo protocollo non previene le recidive, principale preoccupazione delle pazienti. Il numero di lattobacilli vaginali nelle donne con vaginosi batterica è significativamente più basso di quello riscontrato nelle donne sane. Quindi si è pensato di provare a normalizzare la flora vaginale con la somministrazione orale e con l’applicazione vaginale di lattobacilli. L’obiettivo di questo studio pubblicato sulla rivista Journal of Lower Genital Tract Disease era riesaminare le evidenze cliniche disponibili sull’efficacia dei probiotici nella prevenzione e trattamento della vaginosi batterica. Ricercatori iraniani della Tabriz University of Medical Sciences, Islamic Azad University of Tabriz e Shahid Beheshti University of Medical Sciences di Teheran hanno condotto una revisione di studi randomizzati, controllati, pubblicati nel periodo 1990 – 2011, estratti dai database PubMed, Science Direct e Cochrane. I termini della ricerca includevano ‘vaginosi batterica’, ‘infezione del tratto urinario’, ‘lattobacillo’ e ‘probiotici’. In seguito alla somministrazione orale, i probiotici, dopo essere stati escreti dal retto, sono in grado di risalire nel tratto vaginale; la somministrazione vaginale invece permette una sostituzione diretta dei probiotici della flora (microbiota) vaginale anormale e l’occupazione di siti specifici di adesione sull’urotelio, che risulta di conseguenza nel mantenimento di un pH basso e nella produzione di sostanze antimicrobiche come acidi e perossido d’idrogeno. La somministrazione di Lactobacillus acidophilus, Lactobacillus rhamnosus GR-1 e Lactobacillus fermentum RC-14 a un dosaggio di almeno 108 CFU (unità formanti colonie) al giorno per due mesi ha mostrato migliori risultati nelle pazienti. In conclusione, sebbene i dati dei diversi studi siano controversi, la maggior parte ha offerto risultati a favore dei probiotici nella prevenzione o nel trattamento della vaginosi batterica e non sono stati riportati eventi avversi. Quindi, secondo gli autori, può essere utile raccomandare un consumo giornaliero di probiotici per migliorare la salute generale delle donne.

Effects of probiotics on the recurrence of bacterial vaginosis: a review. Journal of Lower Genital Tract Disease 2014 Jan;18(1):79
TORNA INDIETRO