lunedì, 23 novembre 2020
Medinews
25 Maggio 2018

Adjuvant Vascular Endothelial Growth Factor–targeted Therapy in Renal Cell Carcinoma: A Systematic Review and Pooled Analysis

Contradictory data exist with regard to adjuvant vascular endothelial growth factor receptor (VEGFR)-targeted therapy in surgically managed patients for localized renal cell carcinoma (RCC). To systematically evaluate the current evidence regarding the therapeutic benefit (disease-free survival [DFS] and overall survival [OS]) and grade 3-4 adverse events (AEs) for adjuvant VEGFR-targeted therapy for resected localized RCC. A critical review of PubMed/Medline … (leggi tutto)

Il trattamento adiuvante nel carcinoma renale è stato oggetto di studio negli ultimi anni, con risultati eterogenei. La revisione sistematica di Sun e colleghi pubblicata su European Urology ha sintetizzato ed integrato i risultati dei tre studi randomizzati di fase III che hanno testato l’efficacia del trattamento adiuvante con farmaci anti-angiogenici nel carcinoma renale (sunitinib o sorafenib nel trial ASSURE, sunitinib nello studio S-TRAC e pazopanib nello studio PROTECT). Il number needed to treat calcolato variava tra 10 (nello studio S-TRAC) e 137 (nell’ASSURE).
L’analisi complessiva non ha dimostrato alcun vantaggio in sopravvivenza libera da malattia o in sopravvivenza globale. Il trattamento è inoltre risultato complessivamente gravato da un profilo di tossicità non trascurabile. I dati di questa revisione sistematica supportano ulteriormente la raccomandazione attuale delle linee guida nazionali ed internazionali di non proporre trattamenti adiuvanti in pazienti sottoposti a chirurgia radicale per carcinoma renale, al di fuori di un trial clinico.
TORNA INDIETRO