lunedì, 18 ottobre 2021
Medinews
28 Ottobre 2016

Adjuvant Sunitinib in High-Risk Renal-Cell Carcinoma after Nephrectomy

Sunitinib, a vascular endothelial growth factor pathway inhibitor, is an effective treatment for metastatic renal-cell carcinoma. We sought to determine the efficacy and safety of sunitinib in patients with locoregional renal-cell carcinoma at high risk for tumor recurrence after nephrectomy. In this randomized, double-blind, phase 3 trial, we assigned 615 patients with locoregional, high-risk clear-cell renal-cell carcinoma to receive either sunitinib (50 mg per day) or placebo on a 4-weeks-on, 2-weeks-off schedule for 1 year or until disease recurrence, unacceptable toxicity … (leggi tutto)

Un anno di sunitinib aumenta significativamente la sopravvivenza libera da malattia in pazienti con malattia ad alto rischio di recidiva dopo nefrectomia. Questo studio randomizzato di fase III in doppio cieco, placebo controllato, dimostra per la prima volta come una terapia adiuvante possa migliorare l’outcome clinico in fase adiuvante dopo nefrectomia. Non ancora maturi i dati di sopravvivenza. Il profilo di tollerabilità di sunitinib è risultato sovrapponibile a quello già rilevato in molteplici studi nella malattia metastatica ed è caratterizzato da riduzioni di dosi e sospensione per tossicità nel 34 e 28% rispettivamente. Da ricordare come in precedenza lo studio ASSURE fosse arrivato ad una conclusione completamente diversa, negativo per tutti gli outcome di efficacia. Le caratteristiche meno eterogenee della popolazione dello studio S-TRAC sono da considerare il fattore più importante a supporto del beneficio dimostrato.
TORNA INDIETRO