Anno I – Numero 9 –  9 luglio 2020
Comitato scientifico editoriale: Giordano Beretta, Saverio Cinieri, Massimo Di Maio, Antonio Russo
Editore: Intermedia – Direttore Responsabile: Mauro Boldrini – Reg. Trib. di Brescia n.35/2001 del 2/7/2001

Special communication 

GESTIONE DELLE PAZIENTI CON CARCINOMA MAMMARIO DURANTE LA PANDEMIA COVID-19  

Il panel degli estensori delle Linee Guida (LG) AIOM del carcinoma mammario ha deciso di condividere alcune valutazioni utili nella gestione multidisciplinare del carcinoma mammario per fornire raccomandazioni preliminari per il triage e il trattamento di pazienti con patologia mammaria
durante la pandemia di SARS-CoV-2, in linea con le raccomandazioni ESMO di recente pubblicazione.
Queste raccomandazioni non intendono sostituire il giudizio del singolo medico, né introdurre percorsi divergenti rispetto alle LG AIOM 2019.
Tali raccomandazioni dovrebbero essere prese in considerazione caso per caso, nel contesto delle risorse di ogni istituzione, in base alla prevalenza di COVID-19 nell’area di interesse, nonché in base alla capacità del sistema di fare fronte alla crisi sanitaria. La pandemia di SARS-CoV-2 può variare di gravità nel tempo e nella distribuzione geografica sul territorio nazionale e queste raccomandazioni devono essere sottoposte a revisione e aggiustamento al variare della gravità pandemica COVID-19 e in accordo alle normative nazionali e regionali di riferimento. In questo si ribadisce il carattere temporaneo e limitato di queste raccomandazioni, che vanno inquadrate nel tempo straordinario degli eventi emergenziali correlati a COVID-19. Le raccomandazioni sono state formulate come “good practice statement” come suggerito dal GRADE Working Group (vedi All.1).
“Durante la pandemia Covid-19 lo sforzo di tutti gli operatori sanitari, che orbitano intorno al paziente oncologico ed ematologico, è stato quello di cercare in qualsiasi modo di andare avanti, provando a non lasciare indietro i pazienti – spiega Saverio Cinieri, Presidente eletto Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) e Direttore Oncologia Medica e Breast Unit dell’Ospedale ‘Perrino’ di Brindisi -. In assenza di Linee Guida, che non potevano e non possono esserci quando ci si trova di fronte ad una patologia nuova e di così grande impatto sulla sanità, l’obiettivo è stato quello di fornire raccomandazioni basate sul buonsenso e sulla buona pratica clinica. In questa ottica alla fine della così detta fase I, avvicinandosi la fase II, AIOM ha prodotto, insieme ad altri documenti, questo speciale Paper multisocietario dedicato alla gestione del carcinoma mammario. Gli autori delle linee guida AIOM dedicate al tumore mammario hanno ragionato sulle necessità e sui bisogni delle pazienti ma anche sulla sicurezza delle pazienti stesse e degli operatori. Il risultato lo potete leggere nel link allegato, che ha costituito e costituisce, anche in questa fase, una sorta di raccomandazione alla buona pratica clinica nella gestione globale del carcinoma della mammella durante una pandemia”.
..continua a leggere



LE REGIONI  COVID, MARCHE: L’OTTIMISMO DELLA VOLONTÀ 

di Rossana Berardi
Coordinatore AIOM – Marche, Professore ordinario di Oncologia Medica presso l’Università Politecnica delle Marche e Direttore della Clinica Oncologica Ospedali Riuniti di Ancona
 

L’emergenza coronavirus ha rappresentato un vero e proprio tsunami per tutte le Oncologie del nostro Paese. L’Oncologia è stata profondamente segnata dall’emergenza COVID19, anche perché i pazienti colpiti da tumore sono fragili e, se contraggono il virus, la mortalità è quasi triplicata rispetto alla popolazione generale. L’oncologia marchigiana ha saputo far fronte all’emergenza dimostrando ancora una volta l’alto livello di professionalità del personale sanitario.
Come? Fin dall’inizio della pandemia, nei nostri Ospedali abbiamo adottato tutte le opportune misure per limitare i rischi del contagio: dalla separazione dei percorsi tra aree COVID e non COVID, alla sanificazione dei locali. In ogni struttura di oncologia abbiamo attivato un triage telefonico preventivo per limitare gli spostamenti di pazienti laddove possibile, un triage infermieristico all’ingresso delle aree di degenza e di day hospital con anamnesi e controllo della temperatura corporea, l’uso di DPI (mascherine per i sanitari e per i pazienti), le regole di distanziamento …continua a leggere

Per vedere l’intervista sul canale YouTube di AIOM clicca qui.


IL TAVOLO TECNICOFICOG LO STUDIO  

“SERVONO PIÙ RISORSE PER AFFRONTARE LA FASE 3 DELLA PANDEMIA”

Servono più risorse da destinare alla cura del cancro nel nostro Paese, per affrontare la fase 3 della pandemia e un’eventuale seconda ondata del Covid nel prossimo autunno. In Italia, i tumori costano ogni anno circa 20 miliardi di euro: le uscite per i farmaci antineoplastici, nel 2018, hanno raggiunto i 5 miliardi e 659 milioni e i costi diretti a carico dei pazienti e delle famiglie sono stimati pari a 5,3 miliardi di euro. Alla cura di tumori in stadio più avanzato corrispondono uscite sempre maggiori per le terapie. E la sospensione degli screening, la diminuzione delle visite oncologiche ambulatoriali e la cancellazione o il rinvio di numerosi interventi chirurgici, determinati dall’emergenza Covid negli ultimi mesi, rischiano di causare un aumento del numero di diagnosi di cancro in fase avanzata nei prossimi anni nel nostro Paese, con la necessità di più risorse. Fondi che dovrebbero essere destinati anche a una vera e propria riorganizzazione della medicina del territorio, perché gli ospedali non possono farsi carico dell’intera gestione delle malattie croniche…
continua a leggere



“DALL’INIZIO DELLA PANDEMIA -35% DI STUDI IN ONCOLOGIA” 

Lo tsunami rappresentato dal Covid-19 ha colpito anche la ricerca oncologica italiana. Come si evidenzia anche da un’indagine condotta dalla Federation of Italian Cooperative Oncology Groups (FICOG) presso le oncologie italiane, dallo scoppio della pandemia nel nostro Paese le sperimentazioni cliniche si sono ridotte di circa il 35%, a causa sia dell’impatto dell’emergenza Covid-19 nelle strutture sanitarie che del lockdown. Inoltre c’è preoccupazione per gli attesi regolamenti normativi e per le risorse economiche messe a disposizione. È quanto ha reso noto la FICOG durante una conferenza stampa on line, che si è svolta lo scorso 7 luglio, alla quale hanno partecipato rappresentanti degli oncologi, dell’industria e delle Istituzioni. L’obiettivo dell’incontro virtuale è stato avviare un primo confronto tra tutti gli attori coinvolti ed elaborare nuove strategie. “È arrivato il momento di avviare un Programma Nazionale per la ricerca oncologica – ha sottolineato Carmine Pinto, Presidente FICOG…continua a leggere

TUMORI, INTERVENTI TELEFONICI UTILI PER ALLEVIARE ANSIA E DEPRESSIONE 

Una nuova revisione Cochrane conferma l’efficacia degli interventi telefonici nell’alleviare, in qualche misura, la depressione e altri disturbi psicologici correlati al cancro. “Gli interventi telefonici potrebbero – e probabilmente dovrebbero, soprattutto alla luce del Covid-19 – essere opzioni offerte in aggiunta agli incontri face-to-face con i medici per il supporto ai sintomi”, ha affermato Emma Ream dell’Università del Surrey di Guildford. “Sono importanti soprattutto per quelle popolazioni che vivono molto lontane dai centri di assistenza …continua a leggere

RAPID REVIEWS COVID-19

GLI STUDI SU COVID AL SETACCIO DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE
Filtrare il flusso ininterrotto di studi scientifici su Covid-19 selezionando quelli più rigorosi e affidabili attraverso una revisione “espresso”, fatta da esperti di tutto il mondo con l’aiuto dell’intelligenza artificiale: è l’obiettivo della nuova rivista “Rapid Reviews: COVID-19” (RR:C19)…continua a leggere



Per iscriversi alla newsletter e contattare la redazione clicca qui  
Per consultare tutti i numeri della newsletter vai su www.aiom.it . Clicca qui

Per sospendere la ricezione di questa newsletter clicca su Cancellati
Privacy
Questa pubblicazione è resa possibile grazie alla sponsorizzazione non condizionante di:
Bristol-Myers Squibb SrlAstellas Pharma SpA
AstraZeneca SpA

Menarini Ricerche SpA
Roche SpA 
Novartis Farma SpA
Pfizer Srl
Amgen SpA
Daiichi Sankyo Italia SpA
Incyte Biosciences Italy Srl
Ipsen SpA
Sanofi Genzyme
Bayer SpA, Eisai Srl, Eli Lilly Italia SpA, Genomic Health Italia Srl