sabato, 18 settembre 2021
Medinews
4 Giugno 2009

TERREMOTO, MEDICI DI FAMIGLIA: “APERTA UNA SOTTOSCRIZIONE PER CONSENTIRE AI NOSTRI COLLEGHI DI LAVORARE ANCORA”

Firenze, 8 aprile 2009 –Claudio Cricelli (presidente SIMG): “Vogliamo essere vicini alle popolazioni colpite dal sisma”. Già donati 5000 euro per coprire le prime spese

“Anche i medici di famiglia vogliono essere vicini ai cittadini abruzzesi profondamente colpiti in queste ore. Abbiamo aperto una sottoscrizione fra tutti i soci per aiutare i nostri colleghi che hanno perso i mezzi per svolgere il loro lavoro. Alcuni studi medici sono stati completamente distrutti. Per questo abbiamo messo a disposizione strumenti professionali di primo impiego, dal personal computer ai misuratori della pressione arteriosa”. Claudio Cricelli, presidente della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), esprime solidarietà ai parenti e ai sopravvissuti al terribile evento sismico. La sottoscrizione potrà essere effettuata dai soci SIMG con le stesse modalità utilizzate per pagare la quota sociale. “Sappiamo – continua Cricelli – di non poter fare niente per alleviare il dolore di chi è stato colpito così duramente negli affetti se non manifestare la nostra solidarietà e vicinanza. Il nostro modo per contribuire alla ricostruzione è consentire l’immediata ripresa dell’attività professionale. Vogliamo così offrire anche un supporto scientifico alla medicina delle catastrofi, nella quale i medici di medicina generale sono in prima linea, a contatto con la popolazione per tutte le emergenze sanitarie”. L’esecutivo SIMG inoltre ha immediatamente messo a disposizione del Presidente Regionale SIMG 5.000 euro per le prime spese per aiutare i soci colpiti dal sisma.
TORNA INDIETRO