sabato, 25 giugno 2022
Medinews
2 Settembre 2016

SIRMIONE DIVENTA LA “CAPITALE” EUROPEA DELLA LOTTA ALL’ IPERTENSIONE

L’evento è realizzato in collaborazione con l’Università di Brescia e gli Spedali Civili. Sono previsti oltre 70 specialisti da tutto il mondo per un corso di aggiornamento su una malattia sempre più diffusa nel Vecchio Continente e che provoca oltre 8 milioni di decessi l’anno nell’intero Pianeta

Sirmione, 2 settembre 2016 – Prende il via domani, sulle sponde del Benaco, la Summer of School dell’European Society of Hypertension (ESH). Fino a domenica 9 settembre all’Hotel Acquaviva di Sirmione 70 medici e ricercatori provenienti da tutto il mondo si riuniscono per un corso di aggiornamento sull’ipertensione, un disturbo sempre più diffuso nella Vecchia Europa. L’evento scientifico è realizzato in collaborazione con l’Università di Brescia e gli Spedali Civili ed è presieduto dal prof. Enrico Agabiti Rosei (presidente ESH e Direttore del Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali dell’Università di Brescia) insieme alla prof.ssa Renata Cífková (della Charles University di Praga). “Un adulto europeo su tre soffre di ipertensione – sottolinea il prof. Enrico Agabiti Rosei -. Stiamo parlando di una condizione che interessa l’apparato cardio-vascolare che può portare a gravi conseguenze soprattutto a carico di arterie, cuore, rene e cervello. Si calcola che nel mondo provochi ogni anno oltre 8 milioni di decessi. Il corso vuole contribuire a formare degli specialisti che siano in grado di saper gestire le novità che emergono per la cura e la gestione dei pazienti. Il nostro Paese e l’Università di Brescia e gli Spedali Civili sono da anni in prima linea, e all’avanguardia in Europa, per la ricerca contro l’ipertensione e la formazione di nuovi specialisti”.
TORNA INDIETRO