giovedì, 26 novembre 2020
Medinews
14 Febbraio 2006

SIMG, SICUREZZA TOTALE NEL CONSUMO DI CARNE AVICOLA

Firenze – Due considerazioni e un appello: la sicurezza delle carni avicole è totale, l’organizzazione sanitaria è perfettamente in grado di fronteggiare qualsiasi emergenza, basta con l’intervistare mamme che dicono che non danno più carne di pollo ai bambini. La Società Italiana di Medicina Generale (Simg) interviene sui possibili rischi causati dall’influenza aviaria. “Vogliamo non solo rassicurare gli italiani sulla assoluta sicurezza delle carni, in particolare del nostro Paese – spiega il presidente Claudio Cricelli – Le carni avicole, provenienti da allevamenti italiani, sono assolutamente sicure e di eccellente qualità e i controlli sanitari escludono qualsiasi tipo di contagio. Ma vogliamo anche chiarire una volta per tutte che i possibili pericoli sanitari non sono collegati al consumo delle carni. I cittadini possono mangiare polli e affini, uova e derivati, in assoluta sicurezza. Anzi queste carni e questi cibi sono particolarmente vantaggiosi dal punto di vista nutrizionale”.
Non esiste insomma, nel nostro Paese, alcun problema di questo tipo. Così come non esiste, allarme per l’influenza stagionale: “L’influenza di quest’anno – spiega Cricelli – è una forma normale, benigna, non presenta particolare aggressività o virulenza. E comunque il sistema sanitario e l’organizzazione dei medici di famiglia hanno dimostrato di essere in grado di intervenire in maniera eccellente”.
TORNA INDIETRO