venerdì, 23 luglio 2021
Medinews
27 Settembre 2011

SESSO, NORD-EST MAGLIA NERA: POCHI RAPPORTI E INSODDISFACENTI. LA ‘MENTINA DELL’AMORE’ IN AIUTO DI UOMINI SEMPRE PIÙ IN CRISI

Lazise, 26 settembre – A quest’area il record per l’ansia da prestazione. Il prof. Piubello: “In regione 300.000 individui colpiti da disfunzione erettile”. Tra i nuovi rimedi piace il vardenafil, che si assume senz’acqua e assicura discrezione

La sessualità degli uomini del Nord Est è in crisi: fanno l’amore meno degli altri italiani, solo il 53% ha almeno un rapporto a settimana (rispetto al 66% che si registra al Sud e nelle Isole) e uno su 4 è insoddisfatto della propria vita sessuale. Ma non per questo vogliono vedere sminuita la propria virilità di fronte alla partner e così il 43% di loro si è affidato almeno una volta ad aiuti farmacologici. Un “segreto” del quale solo il 4% delle partner è a conoscenza. Da queste rilevazioni nascono gli incontri “Benessere sessuale. Libertà di amare sempre”, una serie di eventi di approfondimento che toccheranno tutta l’Italia rivolti ai medici di medicina generale e ai farmacisti. Il primo, dedicato a questi ultimi, si terrà questa sera a Lazise (Vr). Tra i protagonisti il prof. Giorgio Piubello, che dirige dal 1987 un ambulatorio dedicato ai problemi sessuali maschili presso il Policlinico di Borgo Roma: “Nell’ultimo decennio stiamo assistendo a una graduale presa di coscienza da parte dei maschi dell’importanza della loro salute sessuale – afferma –. Si abbassa anche l’età media: oggi su 100 persone che chiedono il nostro aiuto, 15 hanno meno di 40 anni. I problemi erettili vanno affrontati in maniera diversa a seconda dell’età e tenendo presente anche il contesto sociale e familiare”. Il centro veronese diretto dal prof. Piubello rappresenta un’eccellenza nazionale per la cura dei disturbi sessuali maschili. Un aspetto particolarmente importante se consideriamo che in un recente sondaggio il 34% dei maschi veneti ha dichiarato che lo stress e i ritmi frenetici di oggi condizionano pesantemente la qualità delle prestazioni sotto le lenzuola. “Le problematiche alla base dei disturbi sessuali maschili sono profondamente cambiate – continua Piubello –. Per questo cerchiamo innanzitutto di rassicurare i nostri pazienti, consigliando loro i rimedi farmacologici più validi, ma al tempo stesso pratici e adatti alle loro necessità. Il maschio moderno è alla ricerca di un supporto discreto ma efficace, come ad esempio il nuovo vardenafil, il primo ed unico farmaco di questa classe che si scioglie direttamente in bocca. Rappresenta la più innovativa terapia oggi disponibile per la disfunzione erettile, un problema che colpisce nella nostra regione oltre 300.000 individui”. La fotografia della salute ‘intima’ dei maschi del Nord-Est si ricava da una recente indagine nazionale e rappresenta lo spunto per un corso di approfondimento rivolto ai medici di medicina generale e ai farmacisti, figure professionali che rappresentano un importante punto di riferimento per aiutare l’uomo moderno ad affrontare e risolvere i suoi problemi sessuali. L’incontro vedrà l’intervento della prof.ssa Chiara Simonelli, psicosessuologa della “Sapienza” di Roma, della dott.ssa Rosanna Galli, presidente di Federfarma Cremona e sarà moderato dal dott. Carlo Gargiulo, opinionista scientifico. La prima tappa del progetto, dedicato ai farmacisti, è in programma questa sera all’Hotel Corte Valier di Lazise, cui seguiranno altri 13 appuntamenti in tutta Italia fino al 5 novembre.

“La salute sessuale è una componente determinante del benessere complessivo individuale e di coppia – spiega la prof.ssa Simonelli -, ma i maschi italiani spesso la trascurano e rifiutano di affrontare alcuni disturbi per non mettere in discussione la propria autostima e l’immagine di sé. Si tratta di un problema trasversale a tutte le generazioni: nei giovani il confronto con i coetanei diventa serrato ed esplicitamente competitivo e spesso non si sentono all’altezza. L’uomo maturo oggi fatica a rispondere alle aspettative di una partner che lo vuole sempre più ‘perfetto’, impegnato in casa e macho a letto. Nella terza età poi il calo di desiderio e le problematiche cardiovascolari minacciano la funzionalità erettile e le prestazioni, fattori che generano preoccupazione e ansia e influiscono negativamente sulla salute sessuale della coppia”. Di fronte a queste defaillance spesso l’uomo va in crisi, con importanti riflessi sul suo benessere psicologico e sull’autostima. “Gli alleati del maschio moderno sono l’urologo, l’andrologo, il medico di famiglia e noi farmacisti – afferma la dr.ssa Galli –, figure che possono rassicurarlo e consigliarlo. I disturbi non vanno banalizzati ma affrontati con l’aiuto di uno specialista. In particolare è importante sapere che esistono rimedi efficaci e al tempo stesso discreti come il nuovo vardenafil, che consente grande libertà e flessibilità. Come ha dimostrato anche un recente sondaggio, ben il 58% degli uomini del Nord Est ha indicato che per sentirsi più libero necessita di un farmaco che sia in primo luogo pratico e discreto, fermo restando ovviamente l’efficacia del rimedio”. Disponibile nelle farmacie italiane da aprile, la ‘mentina dell’amore’ ha conquistato il maschio italiano e ha conosciuto un vero e proprio boom nelle vendite in questi primi mesi, che ha posizionato l’Italia al primo posto in Europa di questa particolare classifica, seguita da Spagna e Germania.
TORNA INDIETRO