mercoledì, 25 novembre 2020
Medinews
17 Ottobre 2011

SESSO, IN LIGURIA VIRILITÀ IN CRISI PER OLTRE 45.000 UOMINI. IL 46% SI AFFIDA AI FARMACI PER MIGLIORARE LE PRESTAZIONI

Genova, 15 ottobre 2011 – Il prof. De Rose: “In forte aumento le visite andrologiche, i nostri pazienti sono sempre più giovani. Oggi esistono soluzioni innovative”. Piace la mentina dell’amore: si assume senz’acqua e assicura discrezione.

Tempi duri per l’uomo ligure, sempre più vittima di disturbi sessuali: oltre 45.000 soffrono di disfunzione erettile. Uno su due indica come cause principali delle prestazioni deludenti lo stress e ritmi frenetici, mentre uno su quattro punta il dito contro l’insicurezza e l’inadeguatezza di fronte a donne troppo esigenti. Per non vedere sminuita la propria virilità, il 46% si è affidato almeno una volta ad aiuti farmacologici. Un segreto del quale solo il 4% delle partner è a conoscenza. Tra i rimedi più usati c’è la “mentina dell’amore”, il vardenafil orodispersibile, l’unica che si scioglie in bocca senz’acqua e che associa praticità e discrezione. I dati emergono da un’indagine nazionale, da cui prende spunto l’evento “Benessere sessuale. Libertà di amare sempre”, che vede Genova in primo linea con un incontro di approfondimento rivolto ai medici di medicina generale. Tra i protagonisti il prof. Aldo Franco De Rose, specialista in Urologia e Andrologia presso la Clinica Urologica di Genova dell’ospedale San Martino. “Nell’ultimo decennio stiamo assistendo a una graduale presa di coscienza da parte dei maschi sull’importanza della loro salute sessuale – afferma -. Riscontriamo, infatti, un importante aumento delle visite andrologiche, in particolare fra i pazienti giovani, ma anche fra i 40-50enni. Disturbi come la disfunzione erettile o il deficit erettivo non rappresentano più un tabù, ma un argomento da approfondire e risolvere insieme allo specialista”. La struttura diretta da De Rose e il Poliambulatorio di Genova Begato, dove il prof. svolge attività di volontariato con visite specialistiche gratuite di urologia e andrologia, rappresentano un importante punto di riferimento per la cura dei disturbi sessuali degli uomini liguri. “Le problematiche alla base di questi fastidi sono profondamente cambiate – continua De Rose -. Per questo cerchiamo innanzitutto di rassicurare i nostri pazienti, consigliando loro i rimedi farmacologici più validi, ma al tempo stesso pratici e adatti alle loro necessità. Il maschio di oggi è alla ricerca di un supporto discreto ma efficace, come il nuovo vardenafil, il primo ed unico farmaco di questa classe che si scioglie in bocca. Rappresenta la più innovativa terapia oggi disponibile per la disfunzione erettile”. La sesta tappa dell’iniziativa “Benessere sessuale. Libertà di amare sempre”, dedicata ai medici di medicina generale, si svolge questa mattina alle 9.30 presso il Centro Internazionale di Studi e Formazione (C.I.S.E.F.) Romana della Castagna di Genova e vede l’intervento della prof.ssa Chiara Simonelli, psicosessuologa della “Sapienza” di Roma, del dott. Giuseppe Sulpizio, medico di medicina generale di Vercelli e sarà moderata dal dott. Carlo Gargiulo, opinionista scientifico. Il prossimo appuntamento è in programma martedì 18 ottobre a Bologna e sarà seguito da altri 7 incontri in tutta Italia fino al 5 novembre.

“La salute sessuale è una componente determinante del benessere complessivo individuale e di coppia – spiega la prof.ssa Simonelli -, ma i maschi italiani spesso la trascurano e rifiutano di affrontare alcuni disturbi per non mettere in discussione la propria autostima e l’immagine di sé. Si tratta di un problema trasversale a tutte le generazioni: nei giovani il confronto con i coetanei diventa serrato ed esplicitamente competitivo e spesso non si sentono all’altezza. L’uomo maturo oggi fatica a rispondere alle aspettative di una partner che lo vuole sempre più ‘perfetto’, impegnato in casa e macho a letto. Nella terza età poi il calo di desiderio e le problematiche cardiovascolari minacciano la funzionalità erettile e le prestazioni, fattori che generano preoccupazione e ansia e influiscono negativamente sulla salute sessuale della coppia”. Di fronte a queste defaillance spesso l’uomo va in crisi, con importanti riflessi sul suo benessere psicologico e sull’autostima. “Gli alleati del maschio moderno sono l’urologo, l’andrologo, i farmacisti e noi medici di famiglia – conclude il dott. Sulpizio –, figure professionali che rappresentano un importante punto di riferimento per aiutare il maschio ad affrontare e risolvere i suoi problemi sessuali. I disturbi non vanno banalizzati ma affrontati con l’aiuto di uno specialista. In particolare è importante sapere che esistono rimedi efficaci e al tempo stesso discreti come il nuovo vardenafil, che consente grande libertà e flessibilità. Come ha dimostrato anche un recente sondaggio, ben il 53% degli uomini liguri ha indicato che per sentirsi più libero necessita di un farmaco che sia in primo luogo pratico e discreto, fermo restando ovviamente l’efficacia del rimedio”. Disponibile nelle farmacie italiane da aprile, la ‘mentina dell’amore’ ha conquistato il maschio italiano e ha conosciuto un vero e proprio boom nelle vendite in questi primi mesi, che ha posizionato l’Italia al primo posto in Europa di questa particolare classifica, seguita da Spagna e Germania.
TORNA INDIETRO