martedì, 24 novembre 2020
Medinews
21 Marzo 2005

“NUOVA VIA” CONTRO IL TUMORE PANCREATICO

Roma – Un team di ricercatori della Mayo Clinic ha individuato una molecola, GSK-3 beta, capace di limitare e bloccare il tumore del pancreas, una patologia con poche speranza di vita efficaci (la sopravvivenza a 3 anni dei malati è soltanto del 3 per cento).
Lo studio, pubblicato sulla rivista “Cancer Research”, apre nuove prospettive non solo nella terapia del tumore del pancreas ma anche nelle strategie di sviluppo delle terapie contro tutti gli altri tipi di tumore: sintetizzare sostanze in grado di inibire la sintesi e l’azione delle molecole che regolano la crescita delle cellule tumorali.
“È una scoperta eccitante e sorprendente, – spiega Daniel Billadeu, leader del team di ricercatori – infatti, basandoci sulla letteratura scientifica, ci saremmo aspettati risultati opposti a quelli da noi ottenuti: ma, nei fatti, abbiamo scoperto che siamo in grado di abbassare i livelli di una sostanza regolatrice della sopravvivenze delle cellule tumorali, inducendone l’apoptosi, il suicidio cellulare”.
La ricerca ha reso evidente il ruolo della molecola GSK-3 beta determinante e vitale per la sopravvivenza delle cellule tumorali pancreatiche grazie alla sua interazione con la proteina NF Kappa B, che regola l’azione di molti geni umani.
Nelle cellule tumorali NF Kappa B è implicata nell’angiogenesi, cioè nella crescita di vasi sanguigni essenziali per il nutrimento delle cellule, un’attività abnorme nelle cellule di molti tumori umani, compreso quello del pancreas. Se si blocca l’azione della GSK-3 beta l’intero processo di crescita tumorale dovrebbe bloccarsi.
Giuliano D’Ambrosio
TORNA INDIETRO