mercoledì, 29 maggio 2024
Medinews
13 Luglio 2009

‘L’AMORE è…’: IL GIOCO DELL’ESTATE SBARCA A BOLOGNA. IN VACANZA SENZA RISCHI CON I CONSIGLI DEI GINECOLOGI

Bologna, 11 luglio 2009 – Si potrà partecipare nel centro CTS di Via Filopanti 4/M: verrà regalata ai ragazzi la guida Travelsex e la T-shirt da personalizzare. La nostra regione quarta in Italia per l’uso di pillola: 19.4%.

Una T-shirt per portarsi “cuciti addosso” i punti fermi sull’amore e la guida tascabile Travelsex con le frasi salvavita e i principali consigli per sapere dove e chi rivolgersi in caso di emergenza, anche se si è a spasso per l’Europa. Sbarca a Bologna, città universitaria e cosmopolita, l’iniziativa educazionale nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) dell’estate 2009. Da lunedì 13 a sabato 18 luglio il progetto farà tappa a Bologna, presso il centro CTS di Via Filopanti 4/M. Qui i ragazzi potranno ricevere in regalo la magliettina “L’amore è…” da personalizzare con il proprio slogan: a tutti i partecipanti al gioco verrà chiesto di indossare la propria opera, farsi fotografare e poi votare sul sito www.sceglitu.it la migliore. È la campagna Scrivi la tua pillola d’amore estivo, realizzata in collaborazione con il CTS (Centro Turistico Studentesco e giovanile): partita il 16 giugno da Roma, ha già coinvolto centinaia di ragazzi (le migliori 400 testimonianze sono già visibili nel sito). L’intera iniziativa ha già toccato l’Emilia Romagna: dopo Modena giunge ora a Bologna e si concluderà il 22 agosto, raggiungendo nel complesso 10 fra le più importanti città italiane. “L’obiettivo è sensibilizzare i giovani sull’importanza della prevenzione e dell’informazione – spiega il presidente Giorgio Vittori -. I mesi estivi sono quelli di massima allerta: lo riscontriamo a settembre nei nostri ambulatori. Manca la protezione (una under 25 su tre non utilizza alcun metodo contraccettivo e il 20% si fida del coito interrotto)”. In Italia l’utilizzo della contraccezione ormonale, la più sicura in assoluto, è ai minimi europei (meno del 20%), la stessa percentuale che si riscontra in Emilia Romagna (19.4%) quarta regione italiana per consumo dopo Sardegna, valle D’Aosta e Liguria. “Crescono le under 14 che chiedono il ricorso all’interruzione volontaria di gravidanza – prosegue Vittori -, passate dallo 0,5% del 1995 all’1,2% del 2005 e le malattie sessualmente trasmissibili (MST) sono in forte aumento (la clamydia si è moltiplicata di 10 volte nell’ultimo decennio)”. Per questo, i ginecologi hanno messo a punto la guida per viaggiare sicuri: un agile manualetto che prevede anche la traduzione in 11 lingue di 10 domande “chiave” per ottenere con facilità contraccettivi e la consulenza di esperti, anche se lontani da casa.
TORNA INDIETRO