domenica, 7 agosto 2022
Medinews
1 Luglio 2008

LA SIGO: ‘DONNE IMPARATE A PROTEGGERE LA VOSTRA FERTILITÀ’

I ginecologi invitano alla protezione e a controlli periodici fin da giovanissime

Roma, 1 luglio 2008 – “Le italiane diventano mamme sempre più tardi e proprio per questo dobbiamo aiutarle e informarle per tutelare la loro fertilità, oggi diminuita per motivi biologici, legati all’avanzare dell’età del primo figlio, e minacciata dall’inquinamento ambientale, da stili di vita scorretti, da malattie come l’endomatriosi e soprattutto da infezioni sessualmente trasmesse, come la clamidia – questo il commento di Giorgio Vittori, presidente della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia ai dati ISTAT presentati oggi sulla natalità in Italia -. La tutela della fertilità è una delle priorità della SIGO e sarà uno dei temi al centro del nostro congresso Nazionale, che si svolgerà a Torino dal 5 all’8 ottobre. La clamidia, aumentata drasticamente nelle giovanissime negli ultimi 10 anni, è la principale causa di lesione dell’endometrio e delle tube. Ancora più pericolosa perché spesso rimane silente e la diagnosi arriva solo quando si indaga sulle cause di un figlio che non arriva. Il nostro appello alle donne – conclude Vittori – , non solo alle più giovani, è a utilizzare gli appropriati strumenti per proteggersi da questo rischio e a rivolgersi con fiducia al proprio ginecologo per controlli periodici, così da cogliere sul nascere eventuali problemi ed evitare lesioni permanenti”.
TORNA INDIETRO