sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
23 Luglio 2003

KOOL & THE GANG: UNA TOURNEE MONDIALE PER AIUTARE I RAGAZZI A CONOSCERE L’AIDS

Durante il concerto saranno raccolti fondi che serviranno a finanziare
l’istituzione di ‘check point’ informativi lungo le principali strade africane

Musica, solidarietà e lotta all’Aids. Un mix fondamentale per la sensibilizzazione dei giovani e meno giovani ad una problema sempre più attuale e per sostenere quei Paesi che ancora oggi non conoscono la prevenzione e non hanno accesso ai farmaci antiretrovirali. Alla lunga lista di artisti che hanno dato e danno il loro contributo si aggiungono ora anche i Kool & The Gang, famosa ‘funk band’ americana che ha mantenuto inalterato fino ad oggi il grande successo raggiunto alla fine degli anni Settanta. Durante la loro tournee “Celebrate Life”, che farà tappa anche in Italia, verranno infatti raccolti fondi per un’importante iniziativa di Positive Action, l’organizzazione non governativa che da anni, grazie al supporto di GlaxoSmithKline, si batte contro l’Aids nei Paesi in via di sviluppo. Fondi che permetteranno di istituire veri e propri ‘uffici portatili’ distribuiti lungo le strade principali dell’Africa orientale, dove avere informazioni su Aids e altre malattie sessualmente trasmissibili, ma anche su malaria e tubercolosi, è quasi impossibile. Kool & the Gang sono a Roma domani 19 luglio (Villa Celimontana – in via Poerio, 99 – ore 22,15), il 20 luglio a Perugia nell’ambito di Umbria Jazz (Arena Santa Giuliana – Piazza Partigiani – ore 20,45) e il 23 luglio a Cagliari (Molo Ichnusa – ore 21,30).
“La nostra speranza – ha detto il leader del gruppo Robert Bell durante il concerto di inaugurazione di Parigi di fronte ad oltre 100 mila persone – è che attraverso la musica si possa contribuire a rendere le persone più attente al problema dell’Aids e fare in modo che siano consapevoli della malattia e dei suoi effetti devastanti”. Il progetto di Positive Action, della durata di 5 anni, prevede l’allestimento di 40 punti informazione sulle piste stradali più battute per le tratte commerciali, lungo le quali si sposta il contagio. In questo modo si intende arrivare alle popolazioni più povere e meno informate sulle modalità di trasmissione della malattia.
Nato nel 1992, Positive Action ha recentemente ricevuto un riconoscimento internazionale dalla Global Business Coalition on HIV per il valore delle iniziative promosse nel corso degli undici anni di impegno. Per sostenere Positive Action, già nell’ottobre scorso i Kool and the Gang si erano esibiti di fronte a 500.000 persone a Nairobi, in Kenia: anche in quest’occasione Positive Action aveva curato l’organizzazione di punti d’informazione in cui esperti di GSK, a disposizione della popolazione, hanno consegnato materiale informativo e fornito indicazioni utili alla prevenzione della malattia.
TORNA INDIETRO