domenica, 3 luglio 2022
Medinews
13 Aprile 2012

GINECOLOGI IN VIA DI ESTINZIONE: MENO 580 IN 10 ANNI. LA SIGO: “AUMENTIAMO I POSTI NELLE SCUOLE DI SPECIALITÀ”

Roma, 25 novembre 2011 – Dopo il decreto sulle nuove immatricolazioni in medicina, focus sulle carenze di professionisti

Il presidente della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), prof. Nicola Surico, plaude alla decisione del Governo di ampliare del 10% le nuove immatricolazioni alle facoltà di medicina: “Ma per coprire il fabbisogno è urgente intervenire anche sulla formazione post laurea: serve un incremento almeno altrettanto significativo. Nei prossimi 10 anni mancheranno all’appello 580 ginecologi. Una situazione di allerta: se non poniamo subito rimedio si metterebbe seriamente a rischio la garanzia della salute materno infantile. Per non farci trovare impreparati dobbiamo intervenire ora. La formazione – continua Surico – rappresenta priorità per la nostra Società scientifica. Investire sulla preparazione e la professionalità dei giovani è l’unico modo per mantenere alto il livello della nostra specialità. La ginecologia è una delle discipline che produce più ricerca in Italia e che pubblica di più su riviste internazionali con elevato Impact Factor.
Questo succede da circa 20 anni, tanto che moltissimi nostri colleghi sono conosciuti all’estero e operano con successo in prestigiosi centri internazionali. Chiediamo al Ministro Balduzzi di aiutarci a mantenere questa eccellenza”.

Fabrizio Fiorelli
TORNA INDIETRO