Medinews
28 Novembre 2006

CRICELLI: CONTRO L’INFLUENZA GIÀ PRONTI I MEDICI DI FAMIGLIA

Il presidente SIMG: impegno per la vaccinazione e per limitare al massimo le complicanze coi farmaci oggi a disposizione. “Sarà un’epidemia di gravità media”

Roma, 28 novembre 2006 – Il virus dell’influenza è stato isolato anche nel nostro Paese per cui verso Natale avremo l’esplodere dell’infezione che riteniamo possa essere di gravità media rispetto al passato. I medici di famiglia sono pronti per affrontare al meglio questa situazione. Già in queste settimane abbiamo e continuiamo tuttora ad insistere perché sempre più cittadini si vaccinino, ma tutto è pronto per far sì che l’edizione 2006-2007 dell’influenza non rappresenti un grave problema di sanità pubblica”. Con queste parole Claudio Cricelli, presidente nazionale della SIMG (Società Italiana di Medicina generale) commenta il prossimo arrivo dell’influenza. “La vaccinazione rimane la vera arma vincente – sottolinea Cricelli -. Deve vaccinarsi soprattutto chi appartiene alle categorie a rischio, ma non solo. Da parte nostra, ci siamo attrezzati con la nostra rete di medici sentinella che effettuerà un monitoraggio quotidiano su tutto il territorio nazionale. Il nostro obiettivo come SIMG è di ridurre al massimo le complicanze dell’influenza, fattore purtroppo ineliminabile, ma comunque fortemente riducibile attraverso una seria politica di intervento e di utilizzo dei farmaci oggi a disposizione. I medici di famiglia rappresentano il primo e più importante presidio per fronteggiare questa epidemia, d’intesa con le Istituzioni centrali e regionali con le quali collaboriamo fattivamente.
TORNA INDIETRO