giovedì, 3 dicembre 2020
Medinews
18 Luglio 2007

ASSOCIAZIONE THALIDOMIDICI ITALIANI, “AL SENATO PER RIVENDICARE I NOSTRI DIRITTI”

L’invito il 29 maggio alla Commissione Sanità. E in questi giorni l’organizzazione festeggia i successi sportivi di Giancarlo Cosio, nominato atleta dell’anno

Padova, 24 maggio 2007–L’appuntamento è per il 29 maggio, a Palazzo Madama. Nadia Malavasi e Luca Tognazzo, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Associazione Thalidomidici Italiani (TAI ONLUS), sono stati invitati da Ignazio Marino, presidente della Commissione Igiene e Sanità, a partecipare ad una audizione al Senato. È l’occasione per avanzare importanti rivendicazioni, finora eluse dalle istituzioni italiane. L’Associazione Thalidomidici Italiani, con sede a Padova, è l’unica organizzazione italiana impegnata nella tutela a 360 gradi dei thalidomidici di tutto il Paese e recentemente ha ottenuto l’annessione alla “Disabled People’s International” (DPI), un’organizzazione mondiale per la tutela dei diritti umani delle persone con disabilità presente in 135 Paesi. L’appuntamento romano si aggiunge ad un altro motivo di grande soddisfazione: uno degli associati, Giancarlo Cosio, proprio in questi giorni è stato nominato atleta dell’anno grazie ai suoi successi nello sci nautico. Un traguardo ancor più importante se si considera in questa disciplina non esistono categorie speciali. Medaglia d’oro e record mondiale nello slalom, Cosio non è nuovo ad imprese storiche: ha infatti vinto gare di ciclismo, ha attraversato il Sahara percorrendo 3600 Km in motocicletta e si è lanciato col paracadute in caduta libera. Per dimostrare che la disabilità può trasformarsi in una carta vincente.
TORNA INDIETRO