sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
30 Settembre 2004

APRE L’AMBULATORIO PER LA RACCOLTA DI CELLULE STAMINALI DA CORDONE OMBELICALE

Bergamo, 30 settembre 2004 – Grazie alla donazione di 5000 euro dello scorso giugno e a un investimento di 10 mila euro da parte dell’Azienda Ospedaliera, dal primo di ottobre le neomamme dei Riuniti potranno donare il sangue del cordone ombelicale per il prelievo delle cellule staminali.
“Donare il sangue del cordone ombelicale” spiega il Prof. Luigi Frigerio, Direttore dell’Unità di Ostetricia e Ginecologia dei Riuniti “è un procedimento molto semplice, della durata di circa 15 minuti e non comporta nessun rischio né per la partoriente né per il bambino. Subito dopo la nascita il cordone ombelicale viene pinzato e reciso per permettere ad un operatore esperto di prelevare con un ago dalla vena ombelicale il sangue rimasto nel cordone e nella placenta che contiene cellule staminali sufficienti per un trapianto in bambini e adulti fino a un peso di circa 50 Kg; il sangue, raccolto in un’apposita sacca sterile, viene poi trasferito presso la Banca del Centro Trasfusionale del Policlinico di Milano, dove viene analizzato, controllato e congelato in attesa della richiesta di un Centro Trapianto”.
“Il sangue del cordone ombelicale e della placenta” afferma il Dott. Mariangelo Cossolini, Coordinatore Provinciale al Prelievo e Trapianto d’organi “contiene cellule staminali del tutto simili a quelle contenute nel midollo osseo, dalle quali hanno origine i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine; pertanto tali cellule hanno un ruolo importante nella cura di alcune gravi malattie del sangue, in particolare leucemie e linfomi, e possono essere trapiantate solo se prive di agenti infettivi. È necessario, quindi, effettuare controlli non solo sullo stesso sangue, ma anche sulla partoriente alla quale verrà prelevato il sangue al momento del parto e dopo sei mesi dalla nascita del bambino. È importante sottolineare che la donazione può avvenire solo con il consenso della neo mamma che deve dare anche la sua disponibilità a sottoporsi alle analisi di controllo”.
A tale scopo presso l’Unità di Ostetricia e Ginecologia dei Riuniti è stato istituito, per volontà della Direzione Aziendale, dell’Unità di Ostetricia e Ginecologia, della Direzione Infermieristica e delle ostetriche, un ambulatorio in cui, grazie all’operato delle stesse ostetriche che sono coinvolte in prima persona, vengono raccolte le anamnesi delle future mamme. L’ambulatorio è attivo il martedì e il venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e vi si può accedere solo su appuntamento concordato con l’ostetrica o durante i corsi di accompagnamento alla nascita o telefonando al numero 035/266253 nei giorni e negli orari di apertura dell’ambulatorio.

TORNA INDIETRO