domenica, 19 maggio 2024
Medinews
3 Maggio 2024

TUMORI HPV-CORRELATI: AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DI “VACCINAMILAN*” IMMUNIZZAZIONE GRATUITA PER UOMINI GAY E BISEX, PERSONE TRANS E SEX WORKERS

Torna nel capoluogo lombardo il progetto VaccinaMILAN* – Vaccinazione gratuita per la lotta al tumore dell’ano ed agli altri tumori HPV correlati. Stasera dalle 18 alle 23 in Via Lecco-Largo Bellintani (zona Porta Venezia) sarà possibile vaccinarsi gratuitamente contro l’HPV. VaccinaMILAN* è un’iniziativa di salute pubblica che utilizza una strategia di arruolamento “non canonica”, ed è riuscita a raggiungere persone delle popolazioni target portando fisicamente la sanità al pubblico.

L’immunizzazione è rivolta a uomini gay e bisessuali, persone trans e a donne e uomini sex workers. La prima edizione è stata un grande successo con 180 vaccinazioni svolte in solo 3 ore nella zona della movida milanese lo scorso ottobre. Rientra nel progetto nazionale One Healthon che vuole promuovere prevenzione, ricerca, innovazione e corretta comunicazione e più in generale una nuova cultura della salute.

Vogliamo incentivare la prevenzione oncologica tra persone target che possono essere le più esposte al rischio d’infezione – sottolinea la dr.ssa Nicla La Verde, direttrice dell’Oncologia dell’Ospedale Sacco di Milano ed ideatrice della manifestazione -. Il virus dell’HPV provoca in Italia oltre 5.000 tumori all’anno, tra cui la grande maggioranza dei casi di carcinoma dell’ano e un terzo di quelli dell’orofaringe, oltre al più noto carcinoma della cervice uterina. Sia gli uomini quanto le donne possono contrarre il virus, che infatti è la più comune infezione sessualmente trasmissibile a livello mondiale. Nella grande maggioranza dei casi l’agente patogeno rimane silente senza creare alcun danno. Altre volte invece aumenta le possibilità d’insorgenza di alcuni tumori”.

Desideriamo informare e coinvolgere la comunità LGBTQIA+ in questa nostra opera di sensibilizzazione sul tema della prevenzione del cancro prosegue la prof.ssa Rossana Berardi, Ordinario di Oncologia all’Università Politecnica delle Marche e Presidente di One Health Foundation-. L’Italia è stato uno dei primi Paesi ad assicurare alle persone giovani la vaccinazione gratuita contro un virus oncogeno molto pericoloso. Tuttavia dobbiamo riscontrare che i tassi di immunizzazione sono ancora bassi soprattutto tra gli adolescenti di sesso maschile”.

L’evento di Milano vede la collaborazione con il personale del reparto di Oncologia e del dipartimento di Malattie Infettive (Prof. Andrea Gori e Dott. Davide Moschese) dell’Ospedale Luigi Sacco – Polo Universitario e di Milano Checkpoint ETS, spazio dedicato alla salute sessuale e alla prevenzione dell’infezione da HIV e di altre infezioni sessualmente trasmissibili, da anni radicato nel territorio con un lavoro quotidiano con la popolazione target e con il supporto di Anlaids Lombardia ETS (associazione nata con lo scopo di fermare la diffusione del virus HIV e dell’AIDS) e dei suoi volontari.

La prevenzione a tutti i livelli e per tutti i cittadini è un attività prioritaria su cui siamo quotidianamente al lavoro – ha dichiarato Maria Grazia Colombo Direttore Generale dell’Asst Fatebenefratelli Sacco-. Raggiungere le persone al di fuori delle nostre strutture in sinergia con le associazioni e le altre istituzioni vuol dire costruire reti e arrivare ad offrire cure e assistenza di prossimità.”

La partecipazione delle associazioni delle persone LGBTQIA+ è fondamentale per diffondere l’informazione sul ruolo del vaccino, per parlare un linguaggio alla pari e efficace e poi per coinvolgere le persone che possono beneficiarsene, in ottica di salute di comunità.

TORNA INDIETRO