domenica, 28 febbraio 2021
Medinews
28 Novembre 2002

REGINA ELENA: CLONATA PROTEINA COINVOLTA NELLA CRESCITA TUMORALE

Roma, 28 novembre 2002 – Importante scoperta scientifica al Regina Elena di Roma: è stata clonata una proteina coinvolta nella regolazione della crescita cellulare. Si chiama Che-1 ed è implicata nei meccanismi preposti al controllo della proliferazione cellulare . Lo studio tutto italiano, pubblicato su Cancer-Cell, è stato eseguito da un gruppo di ricercatori coordinati dal Dr. Maurizio Fanciulli dell’Istituto Regina Elena di Roma, in collaborazione con il Dr. Claudio Passananti del CNR, e apre una nuova via alla ricerca contro i tumori.

La Che-1 regola con un meccanismo sinora osservato soltanto nei virus retinoblastoma (Rb), una proteina responsabile di un sistema di controllo della crescita cellulare inattivato in oltre il 50% dei tumori umani. “Una scoperta di grande rilevanza – afferma il prof. Cognetti direttore scientifico del Regina Elena – che ci permetterà di comprendere in futuro in che modo questa proteina è coinvolta nel processo neoplastico e quali tumori può sviluppare. Quindi di sintetizzare farmaci capaci di interferire con questo meccanismo”.
“Finora – afferma il dr. Maurizio Fanciulli – non era mai stato identificato all’interno della cellula un meccanismo del genere. Soltanto le proteine dei virus che provocano tumori, infatti, regolano le funzioni di Rb in questo modo. Solo in questi ultimi anni si sta comprendendo l’importanza delle proteine che regolano la struttura del DNA all’interno della cellula. Queste molecole sembrano svolgere un ruolo fondamentale nella loro crescita, controllandone i meccanismi di proliferazione. In base a questo meccanismo, stiamo tentando ora di comprendere se la funzione della proteina Che-1 è realmente importante per l’istaurarsi di fenomeni di tipo neoplastico. In diversi tumori del colon, per esempio, questa proteina sembra essere spenta, come se avesse un ruolo nel mantenimento del fenotipo normale.
È stata studiata l’espressione di Che-1 in vari tipi di neoplasie, e questa risulta regolata negativamente in molti carcinomi del colon. “In 11 di 13 pazienti affetti da questa patologia – conclude il dott. Maurizio Fanciulli – la Che-1 appare regolata negativamente nei tumori rispetto ai tessuti normali, ed inserita all’interno di cellule del carcinoma del colon ne ha interrotto la crescita. Sono dati preliminari che stanno dando nuove indicazioni circa l’esatto ruolo di questa proteina nella regolazione della crescita cellulare sia normale che neoplastica.”
TORNA INDIETRO