sabato, 18 settembre 2021
Medinews
5 Maggio 2009

LA MARATONA DELLA FEMMINILITÀ: 42 TAPPE PER RESTARE IN FORMA. “LO SPORT PROTEGGE LA SALUTE E LA CAPACITÀ RIPRODUTTIVA”

Roma, 20 marzo 2009 – Il presidente Vittori: “Nelle ragazze l’attività fisica limita comportamenti a rischio e gravidanze indesiderate, in menopausa gli eventi cardiovascolari e l’osteoporosi”. Attese 180.000 persone

Dalla prima mestruazione alla menopausa: la fertilità femminile è una lunga “marcia”, per cui bisogna essere ben allenati. E quale miglior “preparatore” del ginecologo per vivere ogni tappa con serenità e in salute? In occasione della “42 Km” di Roma, che si svolgerà domenica 22 marzo, gli specialisti della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) presentano l’opuscolo “La maratona della femminilità”, un vademecum pensato per tutte le donne, che verrà distribuito ad atleti e simpatizzanti. “Il nostro obiettivo è in primo luogo informare sull’importanza dell’attività fisica – spiega il prof. Giorgio Vittori, presidente della SIGO -: solo il 16% delle italiane la pratica con continuità e ben il 70% delle ragazze abbandona ogni attività agonistica nell’adolescenza. È dimostrato che le sportive sono non solo più sane, ma anche più protette da comportamenti a rischio, più responsabili ed equilibrate: sono meno esposte a depressione, disturbi dell’attenzione, utilizzo di fumo, alcool e droghe, a gravidanze indesiderate e a problemi legati al ciclo. E i benefici continuano tutta la vita, con un nuovo picco nella menopausa, quando cessa l’azione protettiva degli ormoni e cresce il rischio cardiovascolare (prima causa di morte per le donne in questa fascia d’età) e di osteoporosi. Una semplice camminata ad un ritmo sostenuto per almeno un ora alla settimana diminuisce il rischio di fratture dell’anca del 6% mentre donne decisamente più attive possono ridurlo del 50%. In occasione della maratona abbiamo l’occasione di incontrare persone di tutte le età, bambine, mamme, nonne, a cui vogliamo rivolgere un appello: non è mai troppo tardi per iniziare a muoversi”. Gli esperti SIGO saranno a disposizione per consulenze gratuite nello stand Bayer Schering Pharma per la salute della donna all’interno del “Percorso salute” al Marathon Village, aperto fino a sabato sera al Palazzo dei Congressi all’Eur: sono attesi oltre 180.000 visitatori. Ma l’opuscolo, che verrà distribuito anche in occasione di competizioni in altre città italiane, contiene anche informazioni relative all’alimentazione, ai controlli periodici, alla salute riproduttiva. L’iniziativa rientra infatti nel progetto “Scegli Tu”, la campagna di informazione sulla contraccezione.

Lo sport al femminile presenta regole e dinamiche peculiari, ancora troppo spesso ignorate o misconosciute non solo dalle protagoniste, ma anche da chi dovrebbe invece educare al movimento, come i genitori, gli insegnanti, gli allenatori, gli stessi medici. “Per noi, che ci occupiamo della salute della donna a 360 gradi, questa è diventata una priorità – continua il prof. Vittori -. Abbiamo voluto ora identificare alcuni momenti cruciali in cui è particolarmente importante praticare movimento fisico e poter contare sui consigli giusti. Fra questi, la protezione della propria fertilità, attraverso una scelta contraccettiva consapevole, sicura e amica della linea. La gravidanza e il parto, con il successivo ritorno ad una vita sessuale e affettiva appagante. La prevenzione oncologica: è stato calcolato che l’obesità è responsabile di circa il 20% dei tumori e del 50% delle morti per questa causa in post menopausa. E senza dubbio la fine dell’età fertile, che può trasformarsi in una nuova giovinezza per la donna, a patto di affrontarla con lo spirito giusto e con le dovute informazioni”. La Maratona di Roma, giunta alla XV edizione, non è soltanto un evento sportivo e mediatico ma anche un momento importante di condivisione, occasione per sensibilizzare alla salute. Sono 15.000 gli atleti iscritti alla 42 Km mentre la “stracittadina”, un percorso più accessibile di circa 4 km, vedrà la partecipazione di circa 100.000 persone, dai bambini agli over sessanta.
La SIGO non è nuova a queste iniziative di sensibilizzazione: nei mesi scorsi, sempre nell’ambito del progetto Scegli Tu, ha realizzato attività nelle spiagge, nelle piazze, nelle scuole e, grazie all’utilizzo dei new media, su you tube e in second life. Per saperne di più www.sceglitu.it
TORNA INDIETRO