venerdì, 27 novembre 2020
Medinews
1 Giugno 2005

INSEDIATO IL COMITATO SCIENTIFICO ‘ANSA SALUTE’

Roma, 31 maggio 2005 – Si è insediato oggi a Roma il comitato scientifico del progetto Sanità Italia promosso dall’Ansa, in collaborazione con Intermedia, il gruppo di esperti del mondo sanitario che darà supporto e sostegno alle iniziative (seminari, forum, newsletter e libri) che verranno realizzati sui temi più attuali che interessano i cittadini e la loro salute. A presentare il comitato sono stati il presidente dell’Ansa Boris Biancheri, il direttore dell’Ansa, Pierluigi Magnaschi, l’amministratore delegato Mario Rosso. “Il Progetto Sanità che nasce accanto al notiziario di informazione – ha spiegato Magnaschi – non si propone di dare consigli agli utenti, ma di dare informazioni agli operatori della sanità mettendo in evidenza tutte le iniziative considerate punti di riferimento (ricerche, attività di gestione, centri clinici) che esistono nel nostro paese, che non trovano sbocco sulla stampa, ma sono importanti per far progredire il sistema sanitario”. Tra i primi temi che saranno al centro dei seminari che si svolgeranno in varie città italiane, l’accessibilità alle cure e le liste di attesa, il federalismo in sanità, i livelli essenziali di assistenza, la ricerca e l’innovazione, il sistema di rimborso delle prestazioni, la spesa per i farmaci e la loro rimborsabilità da parte del servizio sanitario. Questi i rappresentanti del mondo istituzionale, scientifico e produttivo che fanno parte del comitato scientifico: Michele Anaclerio, consigliere della sanità del ministro della Difesa; Mauro Masi, segretario Generale della presidenza del consiglio; Giampiero Carosi, infettivologo dell’Università di Brescia; Francesco Cognetti, direttore scientifico dell’Istituto dei Tumori Regina Elena di Roma; Claudio Cricelli, segretario della Società Italiana di Medicina Generale; Giuseppe del Barone, presidente della Federazione Nazionale dei Medici; Ugo di Francesco, rappresentante delle aziende farmaceutiche europee; Federico Nazzari, presidente di Farmindustria; Vasco Errani, presidente della Conferenza dei Presidenti delle Regioni (che delegherà un suo rappresentante); Roberto Ferrari, presidente della Società mondiale per la ricerca sul cuore e vicepresidente della Società Europea di Cardiologia; Enrico Garaci, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità; Nello Martini, direttore dell’Agenzia italiana per il farmaco; Attilio Maseri, presidente della Federazione Italiana di Cardiologia; Manuel Miraglia, presidente dell’Associazione Ospedalità Privata; Laura Pellegrini, direttrice dell’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali; l’on. Giuseppe Petrella, vicepresidente della Commissione Affari Sociali della Camera; Maria Pia Ruffilli, presidente delle Associazioni Farmaceutiche Usa in Italia; Paolo Serventi Longhi, segretario della Federazione Nazionale della Stampa Italiana; sen. Antonio Tomassini, presidente della Commissione Sanità del Senato. “La salute – ha sottolineato oggi, nel corso della presentazione dell’iniziativa, il presidente dell’Ansa Biancheri – è un tema che attira crescenti attenzioni e preoccupazioni. Per questo l’ Ansa ha voluto lanciare questa iniziativa che è più di un notiziario, più di un sito internet; si tratta di una serie di iniziative e attività destinate al mondo istituzionale, imprenditoriale e della sanità, con approfondimenti che vanno dai libri ai dibattiti a cui l’Ansa intende rispondere con la tradizionale imparzialità e attendibilità”. “L’obiettivo del Progetto Sanità Italia è ambizioso – ha detto Rosso – ma siamo tranquilli sulle capacità di poterlo perseguire. L’ Ansa è una struttura che produce valori in termini di informazione; è affidabile, trasparente e accreditata. La nostra strategia è quella di prendere questo enorme patrimonio e metterlo al servizio di chi vuole utilizzarlo. E’ una strategia di uscita verso la società civile, più di quanto non fosse stato fatto fino ad ora”.
TORNA INDIETRO