lunedì, 27 maggio 2024
Medinews
3 Ottobre 2008

DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLA SIGO, GIORGIO VITTORI IN RELAZIONE AL MESSAGGIO DEL PONTEFICE SULLA CONTRACCEZIONE

Roma, 3 ottobre 2008 – Giorgio Vittori, presidente della Società Italiana di Ginecologa e Ostetricia (SIGO) ha commentato le dichiarazioni odierne del Pontefice in tema di contraccezione: “La SIGO rappresenta scienziati, tecnici, e non vuole né può entrare nelle scelte personali di utilizzare o meno gli strumenti che la scienza mette a disposizione. La nostra finalità è la tutela della donna, in primo luogo, e di conseguenza della coppia. Siamo quindi fortemente impegnati, su più fronti, per la promozione della sessualità consapevole, con l’obiettivo dell’ “aborto zero” che ci vede tutti concordi. L’interruzione volontaria di gravidanza rappresenta infatti una scelta dolorosa, con notevoli implicazioni fisiche e psicologiche, da contrastare con investimenti in educazione e prevenzione e rappresenta il fallimento del nostro lavoro. Suggerire lo strumento migliore evitare una gravidanza indesiderata non è il nostro compito prioritario, noi siamo tenuti a fornire informazioni esaustive e imparziali sulle possibili opzioni: spetta poi a ciascuno, anche in considerazione delle proprie convinzioni, scegliere come comportarsi. Senza dubbio i metodi naturali – che il Papa invita i coniugi ad utilizzare – non possiedono la stessa sicurezza anticoncezionale dei contraccettivi ormonali, in assoluto i più affidabili ma, se ben conosciuti, possono rappresentare una valida alternativa per coppie consapevoli che vogliano rispettare le indicazioni della Chiesa”.
TORNA INDIETRO