mercoledì, 14 aprile 2021
Medinews
12 Settembre 2003

CEFALEE, ROMA CAPITALE DELLA RICERCA. DUEMILA SCIENZIATI DA TUTTO IL MONDO A CONGRESSO

Da domani fino al 16 all’EUR, il massimo appuntamento biennale sulla malattia

Roma, 12 Settembre 2003 – Oltre 2000 scienziati da tutto il mondo, 700 abstracts presentati, 86 relatori invitati, 30 presentazioni orali, 12 conferenze plenarie, 6 Sessioni scientifiche e Simposi satellite. Sono questi i numeri dell’XI Congresso della International Headache Society (HIS) che si apre domani, sabato 13 settembre, al Palazzo dei Congressi dell’EUR a Roma per concludersi il 16. Si tratta del congresso mondiale che si tiene ogni due anni: il prossimo appuntamento sarà in Giappone nel 2005.
Al centro dei lavori le ultime prospettive e scoperte su un vasto gruppo di malattie che hanno un sintomo in comune, la cefalea, e che affliggono milioni di persone nel mondo. Si calcola che il 90% degli individui almeno una volta nella vita abbiano sofferto di mal di testa, un disturbo in costante ascesa, in tutte le fasce d’età.
Nel mondo scientifico c’è grande attesa per la presentazione delle nuove linee-guida IHS, che verranno presentate dal professor Jes Olesen. L’obiettivo è di trasferire le informazioni scientifiche sullo stato dell’arte sulle cause, la diagnosi e il trattamento delle cefalee alla pratica clinica e ottenere una migliore comprensione dei problemi e dei bisogni dei pazienti. Il Congresso costituirà una piattaforma di lancio per nuove ricerche e strategie che facilitino una migliore comprensione del disturbo, consentendo così a medici, scienziati e pazienti di lavorare insieme per un obiettivo comune: sconfiggere la cefalea.

Al congresso saranno rappresentate le principali organizzazioni internazionali. Per l’Italia la Società Italiana per lo Studio della Cefalea (SISC), con il suo presidente, il prof. Virgilio Gallai, e dal prof. Giuseppe Nappi, coordinatore del gruppo di studio nazionale sulla cefalea e la salute pubblica.
Il Congresso prevede conferenze a invito e presentazioni orali da parte di scienziati provenienti da tutto il mondo. Le sessioni garantiranno un ricco scambio di informazioni tra i partecipanti. I corsi e i simposi offriranno ulteriori possibilità di comprendere e valutare le conoscenze e le opinioni correnti nel campo delle cefalee.
Durante le sessioni scientifiche saranno trattati numerosi argomenti, tra cui una nuova classificazione della cefalea, modelli sperimentali innovativi, dalla genetica alla cefalea pediatrica, metodi diagnostici e clinici ai marker biologici e le novità negli approcci terapeutici e di prevenzione specificamente designati per la malattia.
Gli atti del Congresso verranno pubblicati sul numero di settembre di Cephalgia, la rivista internazionale della IHS. Il programma completo del congresso è disponibile sui seguenti siti internet: www.i-h-s.org ; www.ihc2003.com.
TORNA INDIETRO