mercoledì, 5 ottobre 2022
Medinews
17 Luglio 2009

33 – EMOFILIA: “LA CURA VA INIZIATA A DUE ANNI”. STOP AI DANNI ARTICOLARI CON LA PROFILASSI PRECOCE BERLINO, 18 SETTEMBRE

L’emofilia è una malattia ereditaria che in Italia interessa più di 3000 persone (nel mondo una persona su 10.000) di sesso maschile. Se non trattata adeguatamente, può essere invalidante e determinare importanti ripercussioni sociali. La grave insufficienza nella coagulazione del sangue dovuta alla mancanza, totale o parziale, del “Fattore VIII” (proteina presente nel plasma) può provocare, anche in seguito a piccoli traumi, ripetuti sanguinamenti all’interno delle articolazioni, con drammatiche conseguenza come l’impossibilità di camminare. Dare a questi pazienti, sin da giovani, la possibilità di condurre una vita normale è stata una della più grandi conquiste della medicina moderna. Da venti anni è infatti disponibile il Fattore VIII ricombinante a lunga durata d’azione, prodotto con meccanismi simili a quelli utilizzati da un organismo sano. Una svolta nella terapia, perché il paziente può iniettarsi il fattore VIII ogni volta che è necessario.

Scarica la cartella stampa:

Da qui puoi scaricare le diapositive relative all'intervento in formato Power Point

scaria il file in formato word

Scarica

Scarica

Scarica

Scarica

Scarica

TORNA INDIETRO