Contenuto

17 aprile 2019

TUMORE DELLA PROSTATA: RADIO-223 MIGLIORA LA SOPRAVVIVENZA GLOBALE NEI PAZIENTI DELLA PRATICA CLINICA

I dati di pratica clinica confermano il beneficio in sopravvivenza di radio-223 dicloruro dimostrato nello studio di fase III ALSYMPCA in pazienti affetti da carcinoma della prostata metastatico resistente alla castrazione (mCRPC) con metastasi ossee. Estesa di 21,2 mesi la sopravvivenza globale mediana.
• Radio-223 è la prima e unica Targeted Alpha Therapy approvata ad aver dimostrato un vantaggio in termini di sopravvivenza globale e mantenimento della qualità di vita nei pazienti affetti da mCRPC con metastasi ossee.
• Presentati anche i coniugati del Torio presenti in pipeline

Milano, 17 aprile 2019 – Il radiofarmaco radio-223 dicloruro migliora la sopravvivenza globale anche in pazienti della pratica clinica, che presentano caratteristiche diverse da quelli inclusi negli studi registrativi. I dati di diversi studi real life sul radiofarmaco sono stati presentati in occasione dell’11° Simposio internazionale sulla Targeted Alpha Therapy (TAT 11) che si è svolto recentemente a Ottawa (Canada). In particolare, uno studio di pratica clinica retrospettivo condotto negli USA con radio-223 ha avuto come risultato un’estensione di 21,2 mesi della sopravvivenza globale mediana dei pazienti affetti da carcinoma della prostata metastatico resistente alla castrazione (mCRPC) con metastasi ossee. Questo risultato conferma il beneficio in sopravvivenza globale (OS) evidenziato nel braccio di trattamento con radio-223 dello studio registrativo di Fase III ALSYMPCA.

Inoltre, i dati di pratica clinica raccolti nel registro prospettico ROTOR, comprendente 300 pazienti olandesi, dimostrano che i pazienti trattati con radio-223 presentano un miglioramento della sopravvivenza globale (OS) con un profilo di sicurezza favorevole, simile a quello già osservato nello studio ALSYMPCA.
Ulteriori dati del registro ROTOR dimostrano come il trattamento con radio-223 mantenga invariata la qualità di vita e stabile il livello di dolore nei pazienti affetti da mCRPC con metastasi ossee.

Un altro registro che ha analizzato i regimi di trattamento e i dati di sopravvivenza di oltre 2.500 pazienti con mCRPC sottoposti a terapia antitumorale negli USA ha evidenziato che circa il 50% dei pazienti non ha ricevuto una successiva terapia per il prolungamento della sopravvivenza.

“Questi dati real life sulla sopravvivenza confermano l’esperienza clinica pregressa e consolidano i dati sul profilo di sicurezza e sui benefici clinici di radio-223 nella pratica clinica”, ha dichiarato il Dott. Daniel George, Professore di Medicina e Chirurgia, Facoltà di Oncologia medica e Urologia della Duke University School of Medicine e Direttore del reparto di Oncologia genitourinaria al Duke Cancer Institute, Durham, Carolina del Nord, USA. “Studi come questi sono molto utili per supportare decisioni terapeutiche consapevoli e rassicurare ulteriormente i medici che l’utilizzo di radio-223 in pazienti affetti da mCRPC con metastasi ossee ne prolunga la vita, preservandone al tempo stesso la qualità.”

“Grazie all’utilizzo consolidato di radio-223 nella pratica clinica, da anni viene riconosciuto alla Targeted Alpha Therapy un notevole beneficio nel trattamento dei pazienti con tumore della prostata in stadio avanzato. Stiamo continuando a studiare il suo ampio potenziale di miglioramento della vita dei pazienti con mCRPC attraverso le sperimentazioni cliniche in corso con radio-223 in combinazione con altre terapie approvate per il cancro alla prostata,” ha spiegato il Dott. Volker Wagner, Vicepresidente, Global Development, radio-223 e Targeted Alpha Therapies di Bayer. “Stiamo anche valutando il potenziale dei coniugati del Torio, una nuova piattaforma che si avvarrà della nostra esperienza nel campo della Targeted Alpha Therapy, che potrà diventare un altro importante approccio terapeutico contro diverse forme tumorali.”

Coniugati del Torio: un nuovo approccio nella Targeted Alpha Therapy (TAT)

I coniugati del Torio rappresentano un nuovo traguardo nell’ambito della Targeted Alpha Therapy, che agisce emettendo particelle alfa in modo selettivo su determinati tumori. Il torio-227 è un potente radionuclide che rilascia particelle alfa ricche di energia. Legato tramite un agente chelante a una molecola target, come un anticorpo, il torio-227 può essere veicolato direttamente sul tumore, che viene colpito in modo altamente mirato, determinando la morte delle cellule tumorali con danni limitati al tessuto sano circostante.

Durante il Simposio TAT 11, Bayer ha presentato i dati di ricerca pre-clinica riguardanti tre coniugati del Torio impiegati in diversi tipi di tumore, come il carcinoma mammario, il cancro della prostata e il mesotelioma. Il primo poster presentato analizzava le proprietà farmacocinetiche in vivo del Torio-227 rispetto allo zirconio-89 – coniugato con anticorpo per la mesotelina (MSLN). La mesotelina è espressa in numerosi tumori solidi, compresi il mesotelioma, il tumore del pancreas e il tumore ovarico. Lo studio ha dimostrato che, impiegando i coniugati dello zirconio-89 e i coniugati del torio-227, è possibile combinare le tecniche di imaging e le applicazioni terapeutiche attraverso l’emissione delle radiazioni alfa selettivamente su tumori che esprimono la mesotelina. Altri due poster sul composto pre-clinico HER2-coniugato del Torio supportano il possibile ruolo di questa strategia nei modelli di carcinoma mammario.

L’impegno di Bayer in Oncologia
Bayer è impegnata a fornire scienza per una vita migliore sviluppando un portafoglio di trattamenti innovativi. Il franchise oncologico di Bayer include tre prodotti in commercio e diversi altri asset in varie fasi di sviluppo clinico. Insieme, questi prodotti riflettono l'approccio dell'azienda alla ricerca, focalizzata su bersagli e processi cellulari con il potenziale di influenzare il trattamento dei tumori.

Anteprima News

17/05/19

MALATTIE CRONICHE, 350MILA LOMBARDI GIA’ ASSISTITI DAL MEDICO DI FAMIGLIA
LA SIMG: “L’OBIETTIVO LA PRESA IN CARICO DI TUTTI I PAZIENTI ENTRO 5 ANNI”

Il dott. Aurelio Sessa: “Le cure primarie sono il “luogo ideale” dove curare patologie sempre più diffuse. Siamo i professionisti che meglio conosciamo il malato, le sue condizioni e il contesto in cui vive”

Varese, 17 maggio 2019 – Tutti i pazienti cronici lombardi devono essere presi in carico e assistiti da un medico di medicina generale che può diventare così il “regista” della loro assistenza.…
16/05/19

FONDAZIONE POLIAMBULANZA PREMIATA DAL POLITECNICO DI MILANO

Riconosciuti i risultati del progetto “Le Tecnologie ‘mobile’ nella gestione clinica ospedaliera” avviato nel 2012. Alessandro Triboldi: “Così riusciamo a garantire una maggiore qualità e sicurezza per i nostri pazienti”

Brescia, 16 maggio 2019 – Nuovo riconoscimento del Politecnico di Milano a Fondazione Poliambulanza per il suo impegno nell’informatizzazione dei percorsi clinici. L’istituto bresciano ha vinto il…
15/05/19

A RENDE ARRIVA LA CAMPAGNA NAZIONALE #REUMADAYS
AL CENTRO COMMERCIALE METROPOLIS UN INFO-POINT SU MALATTIE REUMATICHE

Il 20 e 21 maggio gli specialisti Reumatologi della SIR incontrano i cittadini per insegnare come giocare d'anticipo contro disturbi gravi ed invalidanti
che colpiscono 5 milioni di italiani. È prevista la diffusione di opuscoli e di altro materiale informativo. Sarà possibile effettuare dimostrazioni pratiche di alcuni esami

Rende (CS), 15 maggio 2019 - Pericolose e potenzialmente invalidanti, subdole e molto diffuse ma ancora troppo spesso sottovalutate. Sono le malattie reumatiche, oltre 150 diverse patologie che…
13/05/19

TUMORI: CENA DI BENEFICENZA DI “INSIEME CONTRO IL CANCRO”
IL PROF. COGNETTI: “RACCOGLIAMO FONDI PER PREVENZIONE E RICERCA”

Il presidente della Fondazione: “Ogni anno 150mila nuove diagnosi potrebbero essere evitate seguendo uno stile di vita sano”

Roma, 13 maggio 2019 – Nel nostro Paese ogni anno circa 150mila nuovi casi di tumore potrebbero essere evitati seguendo stili di vita sani (no al fumo, attività fisica costante e dieta corretta) e…
13/05/19

LA FIMP: “BENE IL DDL PER LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI SCOLASTICI
PRONTI A FORMARE GLI INSEGANTI SUL SOFFOCAMENTO DA CORPO ESTRANEO”

Il dott. Mattia Doria: “Piccoli oggetti o pezzi di cibo possono ostruire le vie respiratorie. Bastano solo 4 minuti per arrivare alla morte cerebrale. Ci auguriamo che la legge venga approvata al più presto”

Roma, 13 maggio 2019 - “Siamo soddisfatti del nuovo Disegno di Legge per la prevenzione e il controllo degli incidenti in ambito scolastico. In particolare guardiamo con grande interesse e attenzione…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522