Siete qui:

Contenuto

7 febbraio 2019

POLIAMBULANZA, IL ROBOT NAVIO “SPECIALISTA” PER OPERARE IL GINOCCHIO

Il dott. Terragnoli “Grazie all’ausilio di questa avanzata tecnologia raggiungiamo un livello di precisione, impossibile per l’occhio e la mano umana. Dai primi casi eseguiti nell’ospedale cittadino emerge un risultato chirurgico migliorativo”.

Brescia, 7 febbraio 2019 – Massima accuratezza, minore invasività e maggior beneficio per il paziente negli interventi di protesi mono-compartimentale al ginocchio. Tutto ciò è reso possibile dalla chirurgia robotica, la nuova tecnologia d’avanguardia disponibile in Fondazione Poliambulanza. Si chiama Navio: è composto da uno strumento computer-assistito, una fresa ad alta velocità, un programma in grado di stabilire con la massima precisione il punto di inserimento della protesi e di guidare il chirurgo nella fase di pianificazione ed esecuzione dell’operazione. “L’intervento rimane opera del medico – chiarisce il dott. Flavio Terragnoli, direttore del Dipartimento di Ortopedia e Traumatologia di Fondazione Poliambulanza -. Il robot ci consente però di raggiungere un livello di accuratezza che nessuna mano e nessun occhio umano riesce ad avere. E questo può fare la differenza. Non solo la scelta della protesi avviene, infatti, tenendo conto delle caratteristiche anatomiche del paziente, ma il sistema robotizzato permette di personalizzare la procedura chirurgica, dando il massimo beneficio al paziente: minor dolore fisico e recupero della piena funzionalità in minor tempo”.

L’intervento viene eseguito attraverso una minima incisione chirurgica. Alla gamba e alla coscia vengono applicati dei sensori per la navigazione robotica e uno strumento apposito permette la ricostruzione 3D. Il chirurgo effettua uno studio del movimento di flessione e estensione del ginocchio per misurare la tensione dei legamenti. In base alla ricostruzione 3D e allo studio cinematico, il medico è in grado di porre le componenti protesiche nella posizione ottimale con un margine di errore inferiore a 0.5 mm. Inoltre il robot interviene nell’esecuzione dei tagli femorali e tibiali attraverso due modalità: il controllo dell’esposizione - la fresa si ritrae se viene invasa una porzione di osso che non deve essere tagliata - e il controllo della velocità - la rotazione della fresa viene rallentata o disabilitata se è stata raggiunta la superficie pianificata per il taglio o se viene collocata al di fuori dei confini desiderati.
“La dimissione avviene in 3-4 giorni dall’intervento - aggiunge il dott. Terragnoli -. Tempistiche così veloci erano garantite in Fondazione Poliambulanza anche prima dell’avvento della chirurgia robotica, ma grazie a questa tecnologia i pazienti trattati hanno un recupero funzionale più completo”.
In Poliambulanza, si eseguono diverse centinaia di protesi di ginocchio l’anno, di cui un terzo circa è rappresentato da quelle mono-compartimentali che potranno essere trattate con la chirurgia robotica.

Anteprima News

16/04/19

ONCOLOGIA, METRONOMICA: L’AIFA AUTORIZZA LA PIENA
RIMBORSABILITÁ DEL TRATTAMENTO PER TUMORI SOLIDI

Via libera alla chemioterapia orale a basse dosi e in continuo. Efficacia accertata,
ma anche scarsa tossicità, buona risposta immunitaria e pochi effetti collaterali: alopecia all’1%.

Milano, 16 aprile 2019 – L’Agenzia Italiana del Farmaco, nell’ultimo aggiornamento della legge 648/96 ( http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/legge-64896), ha autorizzato la piena rimborsabilità di…
08/04/19

REUMATOLOGIA: SIR E ASSOCIAZIONI PAZIENTI LANCIANO IL “COORDINATORE DI RETE”

Silvia Tonolo (presidente di ANMAR), coadiuvata da Maddalena Pelagalli (vice Presidente di APMAR),
rappresenterà nel prossimo biennio i pazienti reumatici durante gli incontri con le istituzioni

La decisione è stata presa in un incontro a Milano presso la sede della Società Scientifica

Milano, 8 aprile 2019 - La Società Italiana di Reumatologia (SIR) annuncia con soddisfazione il raggiungimento di un accordo con le Associazioni dei Pazienti finalizzato a formalizzare un’unica voce…
08/04/19

YOU TUBE, NASCE SIDeMaST TV, IL CANALE UFFICIALE DELLA DERMATOLOGIA ITALIANA

Il presidente Calzavara-Pinton: “On line solo informazioni scientificamente corrette spiegate con un linguaggio semplice, per informare e sensibilizzare il pubblico e per contrastare tutte le fake news sulla pelle”

Milano, 8 aprile 2019 – Uno spot spiega che la nostra pelle è l’organo più esteso dell’organismo umano, il nostro confine con il resto del mondo e per questo costantemente sotto tiro per l’aggressione…
05/04/19

POLIAMBULANZA, “UN SACCO DA RACCONTARE”
PRIMA MOSTRA FOTOGRAFICA SULL’ESPERIENZA DEGLI STOMIZZATI

Garatti: “Questo intervento chirurgico salva la vita ma può determinare un cambiamento decisivo della quotidianità del malato. È importante garantire un percorso di cura che lo tuteli a 360 gradi”.

Brescia, 5 aprile 2019 – Per la prima volta in Italia, dalla Fondazione Poliambulanza di Brescia parte una mostra fotografica itinerante che invita il visitatore a entrare nel mondo di quelle persone…
01/04/19

LA SIR NOMINA SILVIA TONOLO COORDINATORE RETE ASSOCIAZIONI DI PAZIENTI

Già presidente dell’ANMAR sarà affiancata da Maddalena Pelagalli (Vice Presidente APMAR)

Milano, 1 aprile 2019 – La dott.ssa Silvia Tonolo è stata nominata oggi Coordinatore della Rete Associazioni Pazienti presso la Società Italiana di Reumatologia (SIR). Già presidente dell’Associazione…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522