giovedì, 15 novembre 2018

Contenuto

26 ottobre 2018

LA POSIZIONE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA MEDICI PEDIATRI (FIMP)
ALLARME OBESITÀ IN ITALIA: “RIPARTIRE DAI BAMBINI”

Roma, 26 ottobre 2018 – “Le statistiche sull’obesità infantile ci presentano una situazione preoccupante, in Italia come nel resto del mondo. Non ci sono, tuttavia, attualmente dati su larga scala per la popolazione infantile italiana 0-14 anni. I pediatri di famiglia sono depositari di un enorme data-base che raccoglie le misurazioni antropometriche di centinaia di migliaia di bambini rilevate in occasione dei bilanci di salute”. E’ questo il commento del dott. Paolo Biasci, Presidente Nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) che interviene sul nuovo allarme obesità. “La FIMP - prosegue Biasci - è disponibile a collaborare con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità per realizzare finalmente in Italia una grande e permanente rilevazione della prevalenza del sovrappeso e dell’obesità infantile”. “Va decisamente rivista la strategia di approccio al problema dell’obesità infantile - prosegue il dott. Mattia Doria, Segretario Nazionale FIMP alle attività scientifiche ed etiche -. Lo sappiamo bene, l’intervento nel bambino già obeso non porta facilmente a risultati buoni e duraturi. L’impegno nostro è quello di sviluppare nuove strategie di intervento preventivo a partire dal rinforzo dell’allattamento materno, supportando le mamme nella decisione di proseguirlo più a lungo possibile, e dall’introduzione dell’alimentazione complementare con quantità e modalità che permettano la precoce acquisizione dell’autocontrollo della sazietà. Purtroppo, però - prosegue Doria -, le famiglie vivono in un contesto sociale che non facilita un sufficiente accudimento del bambino per il precoce reinserimento lavorativo delle neo-mamme e che contrasta il mantenimento di buone pratiche alimentari e corretti stili di vita anche a causa di messaggi pubblicitari distorti sia in TV che nel Web. Come pediatri di famiglia siamo attenti all’alimentazione di tutto il contesto familiare perché un bambino mangia bene solo in una famiglia che mangia bene e per ottenere questo è nostra intenzione sviluppare nuovi percorsi formativi “tarati” sulla nostra specificità professionale”.

“L’obiettivo che la FIMP vuole realizzare nell’immediato - riprende il dr. Biasci - è quello di trasferire le raccomandazioni delle Linee Guida sull’obesità, che rischiano di rimanere teoriche e poco centrate su efficaci strategie di tipo preventivo, in raccomandazioni di buone pratiche clinico-assistenziali necessarie per monitorare nel modo corretto il bambino nella sua traiettoria di crescita, grazie all’attività di osservazione longitudinale che il pediatra di famiglia può realizzare dalla nascita all’adolescenza”.

Anteprima News

15/11/18

MELANOMA: “A MILANO IL GOLF SOSTIENE LA PREVENZIONE
CONTROLLIAMO I NEI DI TUTTI I CITTADINI PER SCONFIGGERE IL TUMORE”

Il prof. Paolo Ascierto, Presidente della Fondazione Melanoma: “L’attività fisica può diventare uno strumento per trasmettere messaggi sugli stili di vita corretti. Quando questa neoplasia della pelle è individuata in fase iniziale le possibilità di guarigione superano il 90%”

Milano, 15 novembre 2018 - Sport e prevenzione diventano un binomio vincente nella lotta contro il melanoma, un tumore della pelle molto aggressivo. Domenica 18 novembre a Milano, durante la tappa…
12/11/18

EMILIA ROMAGNA: OGNI ANNO 15.450 CASI DI CANCRO NEGLI OVER 65
GLI ONCOLOGI: “SERVE PIU’ COORDINAMENTO TRA OSPEDALE E TERRITORIO”

Il prof. Stefano Cascinu: “Attraverso un rapporto più strutturato con famigliari, medici di famiglia e strutture residenziali possiamo garantire un’assistenza migliore a questi pazienti”

Modena, 12 novembre 2018 – Il cancro è una malattia sempre più della terza età. Ogni anno solo in Emilia Romagna sono 15.450 i nuovi casi di cancro (oltre il 50% del totale) che riguardano gli over…
08/11/18

IN FONDAZIONE POLIAMBULANZA ARRIVA ENDOFASTER,
NUOVO SISTEMA PER VALUTARE LA SALUTE DELLO STOMACO

Il dott. Spada “Con questa metodica verranno eseguite biopsie solo ai pazienti che ne hanno reale necessità e saremo in grado di diagnosticare l’infezione da Helicobacter Pylori immediatamente durante la gastroscopia”

Brescia, 8 novembre 2018 – Si chiama Endofaster ed è una tecnica innovativa frutto della ricerca italiana che permette di effettuare una valutazione istantanea del succo gastrico durante la…
30/10/18

ANMAR: “NO AI RISPARMI IMPOSTI A SCAPITO DELLA SALUTE”

Silvia Tonolo (presidente dell’Associazione): “La decisione del Piemonte rischia di ridurre la libertà prescrittiva del medico. La scelta del farmaco va sempre svolta in accordo con il malato e non può essere dettata solo da questioni di budget. Ci appelliamo alla Costituzione”

Roma, 30 ottobre 2018 – “No alla sostituzione forzata delle terapie a tutti i pazienti in trattamento per alcune gravi malattie reumatologiche. Al medico va garantita la libertà prescrittiva che deve…
30/10/18

MELANOMA: OGNI ANNO IN EMILIA ROMAGNA OLTRE 1.000 NUOVI CASI

La prof.ssa Paola Queirolo, responsabile scientifico di ‘Mela Talk’: “E’ giunto il momento di dare voce ai pazienti alle prese un tumore ancora grave, per il 20% dei malati, ma che si può sconfiggere”

Meldola (FC), 30 ottobre 2018 – Sempre più italiani sono colpiti dal melanoma, uno dei più temuti tumori della pelle. E questo avviene anche in Emilia Romagna dove per il 2018 sono attesi 1.300 nuovi…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it