Siete qui:

Contenuto

2 ottobre 2018

TUMORI: AL PASCALE PIÙ DI 2000 PAZIENTI TRATTATI CON L’IMMUNOTERAPIA
“DECISIVO IL CONTRIBUTO DELL’ITALIA AGLI STUDI CON I FARMACI SCOPERTI DAI PREMI NOBEL”

Paolo Ascierto, Presidente Fondazione Melanoma: “Grazie a quest’arma, oggi il 50% delle persone colpite dal cancro della pelle in fase metastatica è vivo a 10 anni dalla diagnosi”

Napoli, 2 ottobre 2018 - “L’immunoterapia è un vero e proprio tsunami nella lotta contro il cancro e il Premio Nobel assegnato a James Allison e a Tasuku Honjo per i loro studi su questa arma fotografa la portata di questa rivoluzione. L’Italia ha contribuito in maniera decisiva alle ricerche che hanno permesso di rendere disponibili le terapie immunoterapiche ai pazienti colpiti da tumori in fase molto avanzata. Basta pensare che all’Istituto ‘Pascale’ di Napoli, dal 2006 a oggi, abbiamo trattato con queste armi circa 2000 pazienti”. Il prof. Paolo Ascierto, Presidente della Fondazione Melanoma e Direttore Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto “Pascale” di Napoli, sottolinea il ruolo dell’Italia nelle sperimentazioni sull’immunoterapia, iniziate 12 anni fa. “Questi trattamenti - spiega il prof. Ascierto - stimolano il sistema immunitario ad attivare i linfociti T, potenti globuli bianchi che a loro volta identificano e distruggono le cellule tumorali per prevenire la diffusione della malattia. Il melanoma ha rappresentato il modello ideale per verificare l’efficacia della immunoterapia. Innanzitutto perché si tratta di un tipo di neoplasia relativamente facile da analizzare, grazie a una biopsia cutanea. Abbiamo potuto studiarne a fondo le caratteristiche immunologiche e, proprio nel melanoma, sono stati individuati per la prima volta gli antigeni, cioè i bersagli della risposta immunologica presenti sulle cellule tumorali. Inoltre, fino a pochi anni fa, non esistevano terapie realmente efficaci nel melanoma metastatico. La prima molecola immunoterapica approvata, ipilimumab, ha dimostrato risultati importanti: il 20% delle persone colpite dalla malattia in fase metastatica è vivo a 10 anni dalla diagnosi. Ulteriori passi in avanti oggi sono stati compiuti grazie ad altre due molecole anti-PD-1, nivolumab e pembrolizumab. Inoltre, con la combinazione di nivolumab e ipilimumab la metà dei pazienti potrebbe risultare viva a 10 anni. E gli studi dei due ricercatori a cui è stato assegnato il Premio Nobel hanno costituito le basi su cui si fonda il funzionamento di queste terapie”.

Anteprima News

18/02/19

MELANOMA: OGNI ANNO IN PUGLIA OLTRE 650 NUOVI CASI
OTTO PAZIENTI SU DIECI RIESCONO A SCONFIGGERLO

La prof.ssa Paola Queirolo, responsabile scientifico di ‘Mela Talk’: “Gran merito di questo successo è dovuto all’arrivo di nuove cure. Bisogna però prestare più attenzione alla prevenzione primaria”

Bari, 18 febbraio 2019 – In Puglia vivono più di 3.600 persone con una diagnosi di melanoma. Si calcola che in Regione i nuovi casi l’anno siano oltre 650. Migliora però la sopravvivenza e oggi otto…
14/02/19

VIA ALLA CONVENZIONE TRA FONDAZIONE POLIAMBULANZA E BTL

Il dott. Alessandro Triboldi: “Siamo lieti di aderire a un’iniziativa volta a promuovere la salute del cittadino e l’adozione di uno stile di vita corretto. L’alleanza con un’importante realtà aziendale ci consente di essere ancora più radicati nel territorio e dare un contributo significativo”.

Brescia, 14 febbraio 2019 – Promuovere il benessere del paziente e informare i cittadini sull’importanza della prevenzione. È questo l’obiettivo che ha portato, nei giorni scorsi, il Direttore…
07/02/19

POLIAMBULANZA, IL ROBOT NAVIO “SPECIALISTA” PER OPERARE IL GINOCCHIO

Il dott. Terragnoli “Grazie all’ausilio di questa avanzata tecnologia raggiungiamo un livello di precisione, impossibile per l’occhio e la mano umana. Dai primi casi eseguiti nell’ospedale cittadino emerge un risultato chirurgico migliorativo”.

Brescia, 7 febbraio 2019 – Massima accuratezza, minore invasività e maggior beneficio per il paziente negli interventi di protesi mono-compartimentale al ginocchio. Tutto ciò è reso possibile dalla…
04/02/19

AIOM: “AUGURI DI BUON LAVORO A TONINO ACETI PER IL NUOVO INCARICO
LE SUE DOTI DI SENSIBILITÀ ED EQUILIBRIO AL SERVIZIO DEI PAZIENTI”

Roma, 1 febbraio 2019 – L’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) apprende la notizia che Tonino Aceti assume da oggi il ruolo di portavoce della FNOPI (Federazione Nazionale Ordini…
25/01/19

LUTTO NEL MONDO DELLA MEDICINA: SCOMPARSO IL PROF. GASPARE CARTA

E’ stato presidente dell’A.I.U.G. (Associazione Italiana di Urologia Ginecologica) dal 2016 al 2018 e Direttore della Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università dell’Aquila. Lo scorso anno aveva abbandonato le attività cliniche e accademiche a causa di una grave malattia

Roma, 25 gennaio 2019 – È mancato ieri, all’età di 68 anni il Professore Gaspare Carta. E’ stato presidente dell’A.I.U.G. (Associazione Italiana di Urologia Ginecologica) dal 2016 al 2018. Nato a…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522