mercoledì, 19 settembre 2018

Contenuto

6 luglio 2018

MELANOMA: “IN ITALIA 147MILA PERSONE VIVONO DOPO LA DIAGNOSI
TEATRO, VIDEOCLIP E DISEGNI, COSÌ DIAMO VOCE AI BISOGNI DEI PAZIENTI”

Roma, 6 luglio 2018 – La prof.ssa Paola Queirolo, responsabile scientifico dell’iniziativa: “Utilizziamo modalità espressive coinvolgenti. L’obiettivo è far emergere le necessità dei cittadini colpiti da questo tumore della pelle”

In otto anni (2010 – 2017) nel nostro Paese sono aumentati del 43% i pazienti che vivono dopo la diagnosi di melanoma (oggi sono 147mila). Per le persone colpite da questo tumore della pelle in fase avanzata oggi è possibile parlare di cronicizzazione della malattia in circa il 50% dei casi, grazie all’immunoterapia e alle terapie mirate. Un risultato impensabile solo dieci anni fa, prima dell’arrivo di armi efficaci, quando la sopravvivenza media per la malattia metastatica era compresa fra 6 e 9 mesi. Cambia quindi radicalmente la gestione dei pazienti con melanoma avanzato che presentano bisogni specifici a cui i clinici devono saper rispondere. Per far emergere la loro voce nasce “Mela Talk”, un progetto nazionale realizzato con il contributo incondizionato di Bristol-Myers Squibb, che prevede un ciclo di incontri sul territorio: la prima tappa nazionale si è svolta a Genova lo scorso 13 dicembre, il prossimo appuntamento a livello locale è previsto il 9 luglio a Roma (ore 10.30, IDI Istituto Dermopatico dell’Immacolata, Sala Cavalieri). “Questa iniziativa rappresenta il primo tour di incontri dei pazienti colpiti da melanoma – afferma la prof.ssa Paola Queirolo, responsabile scientifico di ‘Mela Talk’ e responsabile del DMT (Disease Management Team) Melanoma e Tumori cutanei dell’IRCCS Ospedale Policlinico San Martino di Genova -. Vogliamo dar vita a una giornata di discussione e interazione fra clinici e pazienti, nata dalla convinzione che una persona informata e consapevole possieda gli strumenti necessari a convivere con la malattia in modo proattivo, adottando uno stile di vita sano che tenga conto dell’alimentazione e dell’attività fisica, rispettando le indicazioni fornite dallo specialista nel percorso terapeutico. L’iniziativa si pone l’obiettivo di informare pazienti e caregiver, approfondendo varie tematiche (la malattia, l’alimentazione, gli aspetti psicologici, i diritti sociali e il ritorno al lavoro) con modalità espressive differenti e coinvolgenti”. Si alterneranno monologhi, brevi rappresentazioni teatrali, videoclip e presentazioni frontali, con l’obiettivo di stimolare la discussione e favorire il dialogo tra medici e pazienti. Inoltre una graphic recorder trasformerà le opinioni di clinici e pazienti in disegni che saranno discussi collegialmente nella fase finale dell’incontro. “Mela Talk” è realizzato con il patrocinio delle principali associazioni dei pazienti (A.I.MA.ME., APAIM, MIO, M Rouge).

Anteprima News

18/09/18

TUMORI: A LUCIA DEL MASTRO IL PREMIO “LUIGI CASTAGNETTA”

L’oncologa genovese: “E’ un grandissimo onore. Contro il cancro c’è bisogno dell’impegno di tutti”

Palermo, 18 settembre 2018 – L’oncologa Lucia Del Mastro ha vinto il premio “Luigi Castagnetta” per il suo impegno scientifico ed umano nella lotta contro il cancro. Salernitana, classe 1964, madre di…
14/09/18

TUMORI: “IN EUROPA IL 71% DEGLI ONCOLOGI UNDER 40 È COLPITO DA ‘BURN OUT’
LE RETI REGIONALI POSSONO RIDURRE DELLA METÀ I CASI”

Alba, 14 settembre 2018 – Il 71% degli oncologi europei under 40 è colpito da “burn out”, cioè da esaurimento professionale. È una sindrome che si manifesta nel lavoro, causata da situazioni emotive e…
14/09/18

TUMORE DEL POLMONE: OK DELL’EUROPA ALLA COMBINAZIONE DI PEMBROLIZUMB E CHEMIOTERAPIA IN PRIMA LINEA

Pembrolizumab è la prima terapia anti-PD-1 approvata in Europa in combinazione con chemioterapia per l’utilizzo nei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule metastatico mai trattati in precedenza

L’approvazione riguarda la forma non a piccole cellule (NSCLC) metastatica non squamosa senza alterazioni genomiche di EGFR o ALK e si basa sui risultati dello studio di fase 3 KEYNOTE-189 che ha dimostrato come pembrolizumab in combinazione con chemioterapia a base di pemetrexed e platino migliori significativamente la sopravvivenza globale e la sopravvivenza libera da progressione rispetto alla sola chemioterapia

KENILWORTH, N.J., 14 settembre 2018 – La Commissione Europea ha approvato pembrolizumab, terapia anti-PD-1, in combinazione con chemioterapia a base di pemetrexed e platino per il trattamento in prima…
13/09/18

CAMBIA IL DIRETTORE GENERALE ALLA POLIAMBULANZA DI BRESCIA
ESCE DOPO 4 ANNI IL DOTT. SIGNORINI, ENTRA IL DOTT. TRIBOLDI

Brescia, 13 settembre 2018 - Avvicendamento ai vertici dell’ospedale bresciano: il dott. Alessandro Signorini, direttore generale di Fondazione Poliambulanza dal 2014, passa il testimone al dott.…
10/09/18

TUMORE TESTA COLLO: NIVOLUMAB È DISPONIBILE IN ITALIA

Roma, 10 settembre 2018 – L’Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato la rimborsabilità di nivolumab in monoterapia per il trattamento del carcinoma squamoso della testa e del collo negli adulti in…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it