venerdì, 29 agosto 2014

Contenuto

24 settembre 2003

TAXOLO: STUDI CLINICI E INDICAZIONI

Dal 1991 sono stati condotti più di 500 trials clinici nei quali il taxolo è stato usato come agente singolo o in combinazione per il trattamento di circa 25000 pazienti. Nonostante studi siano stati condotti in diversi tipi di tumore, le patologie maggiormente indagate sono state il carcinoma dell’ovaio, della mammella e del polmone.
Ad oggi il taxolo è il chemioterapico più studiato e affermato, uno dei farmaci antitumorali più significativi della nostra generazione, utilizzato nel trattamento di più di 800.000 persone.

I risultati degli studi fin qui condotti hanno determinato in Europa l’autorizzazione al trattamento con taxolo nei seguenti tre tipi di tumore.

Tumore del seno
Trattamento del carcinoma metastatizzato della mammella quando la terapia standard, contenente derivati antraciclinici, non sia ritenuta possibile o non sia risultata efficace.
In combinazione con trastuzumab in pazienti il cui tumore iper-esprime HER2 e per le quali non sia possibile un trattamento con antracicline.

Cancro dell’ovaio in stato avanzato
Chemioterapia di prima linea - per il trattamento di pazienti con carcinoma dell’ovaio in stadio avanzato o con carcinoma residuo (> 1 cm) dopo laparotomia iniziale, in combinazione con il cisplatino.
Chemioterapia di seconda linea - per il trattamento del carcinoma metastatizzato dell’ovaio quando la terapia standard, contenente derivati del platino, non sia risultata efficace.

Cancro del polmone a cellule grandi
In combinazione con cisplatino è indicato per il trattamento del carcinoma del polmone non a piccole cellule in pazienti che non possono essere sottoposti ad intervento chirurgico radicale e/o a terapia radiante.

Anteprima News

27/08/14

IL PUNTO G NON ESISTE, L’AREA DEL PIACERE DELLA DONNA E’ PIU’ ESTESA. LA SIGO: ‘OPERIAMO SOLO SE NECESSARIO RISPETTANDO LE ZONE INTIME’

Roma, 27 agosto 2014 – Il presidente dei ginecologi Paolo Scollo: “Complimenti ai ricercatori per il lavoro. Ma sbaglia il prof. Jannini quando afferma che noi usiamo il bisturi in modo discriminato e non rispettiamo la vagina”

Roma, 27 agosto 2014 – Il punto G non esiste: lo afferma uno studio internazionale che individua un’area più estesa e complessa del corpo femminile responsabile dell’orgasmo. Secondo uno degli autori,…
03/06/14

Bristol-Myers Squibb annuncia i dati di sopravvivenza a uno e due anni dello studio di fase I di combinazione di nivolumab (un inibitore sperimentale del ‘checkpoint’ immunitario PD-1) e ipilimumab nei pazienti con melanoma avanzato

• 94% di sopravvivenza a un anno e 88% a due anni osservate con il regime di combinazione concomitante di nivolumab alla dose di 1 mg/kg e ipilimumab alla dose di 3 mg/kg (17 pazienti), dosi utilizzate negli studi di fase 2 e 3 in corso

• Attività clinica osservata in tutte le coorti trattate con la combinazione concomitante, indipendentemente dalla presenza di mutazione BRAF o dall’espressione di PD-L1

• Nessuna ulteriore segnalazione sulla safety riportata con il follow-up prolungato; eventi avversi di grado 3-4 correlati al trattamento si sono verificati nel 62% dei pazienti che hanno ricevuto il regime di combinazione concomitante

3 giugno 2014 – Bristol-Myers Squibb ha annunciato i risultati del follow-up dallo Studio 004, trial di fase 1b a bracci multipli ‘dose-ranging’ che ha valutato la sicurezza e l’attività del regime di…
02/06/14

TUMORE DEL PANCREAS, CON NAB-PACLITAXEL AUMENTA LA SOPRAVVIVENZA. “TERAPIA ATTESA DA 20 ANNI, MA IN ITALIA NON È ANCORA DISPONIBILE”

Chicago, 2 giugno 2014 – Il dott. Michele Reni (San Raffaele): “Un trattamento innovativo, frutto delle nanotecnologie e già utilizzato nel cancro del seno”. Ogni anno nel nostro Paese 12mila nuovi casi

Il trattamento combinato nab-paclitaxel con gemcitabina aumenta significativamente la sopravvivenza nelle persone colpite da tumore del pancreas metastatico. Rispetto alla sola terapia con…
30/05/14

ASCO 2014: Boehringer Ingelheim presenta gli ultimi risultati di studi relativi ai propri farmaci oncologici

Chicago, 30 maggio 2014

ASCO 2014: Boehringer Ingelheim presenta gli ultimi risultati di studi relativi ai propri farmaci oncologici, tra cui sopravvivenza complessiva con afatinib nelcarcinoma polmonare non a piccole…
14/04/14

SIGO: “SERVONO SUBITO LINEE GUIDA PER LA FECONDAZIONE ETEROLOGA”

Roma, 14 aprile 2014 – Il presidente Paolo Scollo: “La decisione della Corte Costituzionale apre una serie di domande che devono trovare una risposta. Vogliamo offrire alle Istituzioni e alla collettività le nostre competenze ed esperienze.”

Roma, 14 aprile 2014 – “I ginecologi italiani si rimettono alla decisione della Corte Costituzionale che permetterà, anche in Italia, la fecondazione assistita eterologa. Siamo pronti a dare il nostro…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522
E-mail: intermedia@intermedianews.it