Contenuto

7 luglio 2017

CANCRO DELLA VESCICA, A FIRENZE IL TOUR DI "NON AVERE TIMORE"
L'AIOM: "CON LA DANZA E L'INFORMAZIONE FAVORIAMO LA PREVENZIONE"

Firenze, 6 luglio 2017 - Otto ballerini si esibiranno con performance che racchiudono messaggi sull'importanza della cura del corpo e della salute. Verrà distribuito anche materiale informativo. Il presidente Carmine Pinto: "E' una malattia di cui si parla ancora poco anche se ogni anno colpisce oltre 26mila italiani"

Arriva nelle piazze il progetto dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) "Non avere TUTimore, campagna di sensibilizzazione sul Tumore Uroteliale". Oggi a Firenze (in Piazza Massimo d'Azeglio dalle 10 alle 18) si tiene la quarta tappa di questa iniziativa volta a promuovere l'informazione e la prevenzione del cancro della vescica. Sarà allestito uno stand dove verrà distribuito materiale informativo. In più, sempre in piazza, si esibiranno otto ballerini professionisti (della scuola IALS di Roma) con performance che racchiudono una serie di messaggi volti a favorire l'importanza della cura del proprio corpo e della salute. Durante l'esibizione saranno inoltre coinvolti i passanti e verranno scattate delle fotografie successivamente pubblicate sui social media. "Non avere TUTimore" è un progetto reso possibile da Roche e si tratta del primo mai realizzato nel nostro Paese interamente dedicato a questa neoplasia. Il tour ha già toccato le città di Roma e Torino e Bari. "Il tumore della vescica è una malattia di cui si parla ancora poco anche se ogni anno colpisce oltre 26mila italiani - afferma il prof. Carmine Pinto, Presidente Nazionale AIOM -. La nostra campagna ha il preciso obiettivo di aumentare il livello di consapevolezza tra tutta la popolazione. Abbiamo voluto utilizzare uno strumento nuovo, come un corpo di ballo, per incentivare gli stili di vita corretti. Anche questa neoplasia risente di alcuni comportamenti pericolosi, primo fra tutti il fumo. Vogliamo ricordare che le sigarette nuocciono gravemente a tutto l'organismo e non solo ai polmoni. La metà di tutti i tumori al tratto urinario sono, infatti, provocati da questo pericoloso vizio". Non avere TUTimore è una campagna che vede anche il coinvolgimento dei medici di famiglia italiani con la distribuzione di opuscoli per i cittadini negli ambulatori. "Il cancro della vescica non presenta sintomi specifici che possano permettere una diagnosi precoce - aggiunge Pinto -. L'unico segnale che può e che deve destare sospetti è la presenza di sangue nelle urine. È quindi fondamentale, in questo caso, recarsi immediatamente dal medico per svolgere esami più approfonditi. Sul modello vincente già intrapreso in Canada e Regno Unito abbiamo voluto anche nel nostro Paese avviare un'iniziativa nazionale di educazione sanitaria e insegnare alla popolazione quali siano i campanelli d'allarme da non sottovalutare".

Anteprima News

22/06/18

I vaccini salvano le vite e sono sicuri: la scienza non è un’opinione

Roma, 22 giugno 2018. In riferimento a quanto dichiarato oggi dal Ministro dell’Interno il Board del Calendario Vaccinale per la vita (SIP - Società Italiana di Pediatria, SItI - Società Italiana di…
21/06/18

LA CAMPAGNA EDUCAZIONALE "BFREE" DELLA FIMP VINCE IL PREMIO #PERCHÉSÌ

La Società Scientifica dei pediatri di famiglia: “E’ un ulteriore riconoscimento al rapporto di fiducia privilegiato che abbiamo instaurato in questi anni con i bambini e i genitori italiani”

Roma, 21 giugno 2018 – Il progetto di comunicazione BFree della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) ha vinto il primo premio del prestigioso contest #PerchéSì. E’ una gara tra le migliori…
21/06/18

VENETO, OLTRE IL 20% DEI CITTADINI E’ ASSISTITO DA MEDICO FAMIGLIA E INFERMIERE
LA SIMG: “E’ UNA COLLABORAZIONE VINCENTE CHE VA ESTESA E RAFFORZATA”

Il dott. Claudio Cricelli (presidente SIMG): “La cooperazione tra queste due figure professionali raddoppia l’aderenza ai Percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali e riduce il rischio di ospedalizzazioni”

Padova, 21 giugno 2018 – In Veneto il 20% dei cittadini già oggi riceve le cure primarie sul territorio grazie a una assistenza congiunta di medico di famiglia, infermiere e collaboratore di studio.…
19/06/18

LOMBARDIA: COMO PER 3 GIORNI CAPITALE DELLA LOTTA AI TUMORI
IN VIA PLINIO IL FESTIVAL DELLA PREVENZIONE E INNOVAZIONE IN ONCOLOGIA

Monica Giordano, Direttore Oncologia Ospedale Sant’Anna: “Nel capoluogo ogni anno 1.360 casi di cancro potrebbero essere evitati”. I camici bianchi nel motorhome per fornire consigli e spiegare l’importanza degli stili di vita sani contro le neoplasie. Il 22,4% degli abitanti della Regione è sedentario, il 28,4% in sovrappeso e il 23,7% fuma

Como, 19 giugno 2018 – Como diventa capitale della lotta al cancro. Il capoluogo lombardo ospita per 3 giorni la sedicesima tappa della nuova edizione del “Festival della prevenzione e innovazione in…
13/06/18

TUMORE DEL COLON-RETTO: MEZZO MILIONE DI ITALIANI VIVE DOPO LA DIAGNOSI

Un bando per oncologi premia l’innovatività nella comunicazione per migliorare l’alleanza medico-paziente

Milano, 13 giugno 2018 – Per promuovere l’educazione dei clinici in tema di carcinoma del colon-retto metastatico, Bayer ha lanciato il progetto Evolving Oncology. L’obiettivo è individuare,…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it