Siete qui:

Contenuto

16 giugno 2017

IPERTENSIONE, CORRETTO RIDURRE IL SALE, MA NON ELIMINARLO
GLI ESPERTI: UN APPORTO INSUFFICIENTE POTREBBE NUOCERE ALLA SALUTE

Il prof. Giuseppe Mancia: “Per una dieta corretta il consumo non dovrebbe scendere al di sotto di 7,5 gr al giorno, ancora non sappiamo se esistono danni da basso apporto di sodio”

Milano, 16 giugno 2017 – Diminuire il consumo di sale, introdotto con la dieta, abbassa il rischio di insorgenza di ipertensione. Tuttavia un eccesso di riduzione, al di sotto dei 7,5 grammi di sale al giorno (corrispondenti a 3 grammi di sodio), potrebbe essere dannoso per la salute. Gli specialisti stanno ancora valutando quale sia la dose ideale di sodio da assumere soprattutto per i malati. Sono queste le conclusioni di uno studio condotto da un gruppo costituito da Word Heart Federation, dalla Società Europea dell’Ipertensione (ESH) e dall’European Public Health Association. Il lavoro scientifico è presentato durante il 27° Congresso dell’ESH che si apre oggi e che vede riuniti per quattro giorni a Milano oltre 3.000 specialisti provenienti da 34 Paesi. “Gli studi clinici finora condotti hanno dimostrato che l’abbassamento della pressione si verifica con un consumo inferiore a 3 grammi di sale al giorno - afferma il prof. Giuseppe Mancia Presidente dell’ESH Meeting di Milano e primo autore dello studio -. Questo genere di interventi di salute pubblica risultano però difficili da condurre su tutta la popolazione mondiale in particolar modo nei Paesi a reddito medio-basso. Definire la dose di sodio ottimale per il benessere dell’organismo è difficile e controverso. Non abbiamo ancora dati scientifici certi sugli effetti che un consumo moderato di sale offrirebbe alla riduzione del rischio cardiovascolare e di decesso. Il nostro studio - conclude Mancia - suggerisce di limitare l’apporto di sale senza però andare al di sotto dei 7,5 grammi al giorno perché non conosciamo ancora le conseguenze per la salute”.

Anteprima News

17/10/17

ARTRITI CRONICHE: ECCO LA NUOVA APP PER I GIOVANI PAZIENTI

Si chiama RheumaBuddy e può essere scaricata gratuitamente su App Store e Google Play.
E’ disponibile anche in Italia grazie al lavoro della SIRyoung (Società Italiana di Reumatologia)

Roma, 17 ottobre 2017 – Dalla Società Italiana di Reumatologia (SIR) in arrivo una nuova App gratuita per i giovani pazienti colpiti da artriti croniche. Si chiama RheumaBuddy ed stata sviluppata…
13/10/17

INFEZIONI RESPIRATORIE: COLPITO OGNI ANNO IL 30% DEI BIMBI UNDER 6
ECCO IL DECALOGO DELLA PREVENZIONE DEI PNEUMOLOGI PEDIATRI

Napoli, 13 ottobre 2017 – Con l’arrivo del primo freddo aumenta il numero delle infezioni respiratorie infantili. Si calcola che ogni anno circa il 30% dei bambini italiani, in età pre-scolare, siano…
12/10/17

LA FIMP DEL VENETO SOLIDARIZZA CON I MEDICI DI MEDICINA GENERALE

12 Ottobre 2017 - L’Esecutivo FIMP del Veneto, a nome di tutti i Pediatri di Libera Scelta della regione che rappresenta, pur non aderendo in forma diretta all’azione sindacale dei Medici di Medicina…
09/10/17

AL VIA IL PROGETTO “AMBULANCE DANCE - LA CANZONE SALVAVITA”

Ferrara, 9 ottobre 2017 – Ogni anno oltre 50mila italiani sono colpiti da arresto cardiaco improvviso. Ogni minuto che passa, dall’arresto, cala dell’8% la probabilità di sopravvivenza. Per questo chi…
05/10/17

INSIEME CONTRO IL CANCRO: “ECCO COME TUTTI INSIEME POSSIAMO VINCERE LA SFIDA CONTRO IL ‘MALE DEL SECOLO’”

Raccolti in un volume, disponibile nelle librerie italiane, 22 testimonianze del mondo della Cultura, della Scienza, delle Istituzioni, dell’Imprenditoria, dello Sport, dello Spettacolo, dei Media, della Religione perché “ognuno può e deve fare la propria parte contro le neoplasie”

Roma, 5 ottobre 2017 – Grande successo per la presentazione del libro Insieme Contro il Cancro: la grande lotta comune per sconfiggere i tumori. L’evento si è svolto ieri sera (alle 19) al Circolo…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it