Siete qui:

Contenuto

17 febbraio 2017

DICHIARAZIONE CONGIUNTA SOCIETA’ FIRMATARIE DEL CALENDARIO PER LA VITA

Alla vigilia dell’ufficializzazione tramite la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dei nuovi LEA Vaccinali, in concomitanza con l’approvazione del Piano Nazionale Vaccini 2017/2019, le quattro società firmatarie del Calendario per la Vita (SITI - Società Italiana Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica; SIP - Società Italiana di Pediatria; FIMMG - Federazione Italiana Medici di Medicina Generale; FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri) richiamano l’attenzione sugli aspetti organizzativi per garantire un’equa e uniforme copertura su tutto il territorio nazionale.
A tal fine si sottolinea la necessità di un adeguato potenziamento sia dei centri vaccinali che del ruolo attivo di tutti i professionisti dell’assistenza territoriale di base, quale i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta. Si rimarca anche l’importanza di mettere tutti gli operatori nelle condizioni migliori per poter ottemperare nel modo più sicuro e professionale all’espletamento di un atto complesso quale l’immunizzazione vaccinale.
Consapevoli dell’articolazione del sistema erogativo dei vaccini e nel rispetto dei compiti e funzioni dei professionisti coinvolti nonché delle peculiari esigenze territoriali, si ritiene che debbano essere adottate soluzioni, anche diversificate, che abbiamo come unico obbiettivo il raggiungimento dei livelli di copertura previsti dai Lea nei tempi e nei modi indicati su tutto il territorio nazionale.
Fausto Francia per SITI
Silvestro Scotti per FIMMG
Alberto Villani per SIP
Giampietro Chiamenti per FIMP

Anteprima News

18/01/18

AIMAC: “SONO UN MILIONE I LAVORATORI COLPITI DAL CANCRO IN ITALIA
DAL PART TIME ALLA REPERIBILITÀ, OGGI I MALATI HANNO PIÙ DIRITTI”

I pazienti vogliono continuare a svolgere la loro attività professionale e vanno reinseriti. Il presidente Francesco De Lorenzo: “Le conquiste ottenute sono il risultato di una battaglia di civiltà”

Roma, 18 gennaio 2018 – Un malato di cancro su 3 è un lavoratore. In Italia infatti 3milioni e 300mila persone vivono dopo la diagnosi e il 30%, circa un milione di cittadini, è in età lavorativa. E…
16/01/18

FIMP: “I VACCINI NON SIANO AL CENTRO DELLA CAMPAGNA ELETTORALE”


Il dott. Giampietro Chiamenti: “Può essere molto pericoloso contribuire a coltivare timori ingiustificati su un fondamentale strumento di prevenzione”. Uno studio italiano dimostra il ruolo importante del pediatra di famiglia come fonte di informazione più affidabile sui vaccini

Roma, 16 gennaio 2018 – “I vaccini non possono e non devono essere messi al centro del dibattito elettorale”. E’ questo il monito della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP). “Siamo sorpresi che…
11/01/18

MELANOMA: PEMBROLIZUMAB RIDUCE DEL 43% IL RISCHIO DI RECIDIVA DOPO RESEZIONE CHIRURGICA
“QUESTI RISULTATI CAMBIERANNO LA PRATICA CLINICA”

La prof.ssa Paola Queirolo, responsabile del DMT (Disease Management Team) Melanoma e Tumori cutanei all’Ospedale Policlinico San Martino di Genova: “Per la prima volta in 40 anni assistiamo a un dato…
05/01/18

INFLUENZA: “SONO 673MILA GLI ITALIANI A LETTO IL VIRUS È SOTTO CONTROLLO, IL SISTEMA REGGE”

Firenze, 5 gennaio 2018 – L’influenza sta facendo registrare il picco di casi nel nostro Paese. Nell’ultima settimana di rilevazione (25–31 dicembre 2017) sono stati 673mila gli italiani a letto…
22/12/17

MELANOMA: FDA APPROVA NIVOLUMAB COME ADIUVANTE PER I PAZIENTI CON TUMORE COMPLETAMENTE RESECATO

Nivolumab, primo e unico inibitore di checkpoint immunitario anti-PD-1 approvato per il trattamento adiuvante del melanoma, è indicato per i pazienti con mutazione BRAF e ‘wild-type’.
Nello studio clinico di fase III CheckMate -238, nivolumab 3 mg/kg ha dimostrato una sopravvivenza libera da recidiva senza precedenti, rispetto a ipilimumab 10 mg/kg, ed è stato ben tollerato

22 dicembre 2017 – La Food and Drug Administration (FDA), l’ente regolatorio americano, ha approvato nivolumab per uso endovenoso per il trattamento adiuvante di pazienti con melanoma con…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it