Siete qui:

Contenuto

14 febbraio 2017

TUBERCOLOSI, IN ITALIA CASI IN AUMENTO DEL 20% DAL 2013
“MORTALITÀ NEI BAMBINI AL 2% GRAZIE ALLA TERAPIA PREVENTIVA”


Roma, 14 febbraio 2017 - La dott.ssa Laura Lancella del Bambino Gesù di Roma “L’infezione sotto i 5 anni è più aggressiva perché il sistema immunitario non è ancora sviluppato. I piccoli non sono quasi mai contagiosi, gli adulti diffondono la malattia”

In Italia 126 bambini sotto i 15 anni si sono ammalati di tubercolosi nel 2013, erano 184 nel 2009. Una riduzione che si è osservata inizialmente anche nella popolazione generale: i nuovi casi in un quinquennio (2009-2013) sono passati da 4.300 a 3.153, ma nel 2014 i casi registrati sono stati 3.680 e nel 2015 circa 3.769, con un crescente aumento di circa il 20% (dati Organizzazione Mondiale della Sanità). Il 60% delle notifiche riguarda cittadini stranieri. “In Europa, rispetto al resto del mondo, si registra una bassa mortalità pediatrica per questa malattia, pari al 2%, che arriva all’8% nei bambini con coinfezione tubercolosi/immuno-deficienza umana (HIV). Questo dato confortante è in relazione all’elevata percentuale dei pazienti pediatrici che ricevono un adeguato trattamento per la malattia e dei bambini sotto i 5 anni sottoposti a terapia preventiva quando entrano in contatto con persone infette - spiega la dott.ssa Laura Lancella dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, centro di riferimento per la cura di questa malattia -. I più piccoli presentano un’aumentata suscettibilità verso questa infezione in quanto il loro sistema immunitario non ha ancora completato il percorso maturativo. Il rischio di contrarre la tubercolosi per contatto con persone infette è del 43% nei bambini sotto i 12 mesi, del 24% nei bambini tra 1 e 5 anni e del 15% negli adolescenti”. Nel mondo, i nuovi casi di tubercolosi sono stati 9,6 milioni nel 2014 e 10,4 milioni nel 2015, di questi ultimi 1,2 milioni erano bambini. Il 60% dei malati è rappresentato dalla popolazione di sei Paesi (India, Indonesia, Cina, Nigeria, Pakistan e Sud Africa). Uno studio recentemente pubblicato su Lancet Infectious Diseases ha analizzato la mortalità per tubercolosi in 82.436 bambini da 0 a 14 anni in 3 diverse epoche: prima dell’introduzione di terapie specifiche (fino al 1946), tra il 1946 e il 1980 quando ancora non si trattavano tutti i bambini, e dopo questa data che ha visto l’introduzione dei farmaci antivirali contro l’HIV. Nel primo periodo, quello in cui non esistevano farmaci antitubercolari, la mortalità pediatrica era pari a circa il 22%: sotto i 5 anni raggiungeva il 44% rispetto al 15% nei bambini in età compresa tra 5 e 14 anni. L’analisi ha evidenziato una mortalità particolarmente elevata in caso di mancata diagnosi o di inadeguato trattamento dei piccoli, specialmente se residenti in aree endemiche per tubercolosi e HIV. “In presenza di altre infezioni come l’HIV, la mortalità è più elevata. È importante ricordare che il paziente pediatrico con tubercolosi è il cosiddetto ‘evento sentinella’ - conclude la dottoressa Lancella - che induce i medici a ricercare l’infezione tra coloro che si prendono cura del bambino. Quest’ultimo, infatti, non è quasi mai contagioso, è l’adulto che diffonde la malattia”.

Anteprima News

28/03/17

TUMORE TESTA E COLLO: PARERE FAVOREVOLE DEL CHMP PER NIVOLUMAB

È la prima molecola immuno-oncologica a ricevere il parere favorevole del CHMP per il trattamento del tumore testa-collo in stadio avanzato

Il parere favorevole si basa sul beneficio di sopravvivenza globale raggiunto nello studio di fase III CheckMate -141 (28 marzo 2017) – Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia…
28/03/17

A CAGLIARI IL 1° FESTIVAL DELLA PREVENZIONE E INNOVAZIONE IN ONCOLOGIA
UN MOTORHOME IN CORSO VITTORIO EMANUELE II: I CLINICI INCONTRANO I CITTADINI

I camici bianchi saranno per 3 giorni nel pullman per fornire consigli sugli stili di vita sani contro il cancro. In Sardegna il 9,8% degli adulti è obeso e il 27% fuma. In programma anche lezioni in Università e alle Superiori. Nella Regione nel 2016 stimate 9.600 nuove diagnosi

Cagliari, 28 marzo 2017 - La lotta ai tumori scende in piazza a Cagliari. L’ottava tappa del “Festival della prevenzione e innovazione in oncologia” si svolge proprio nel capoluogo sardo. Un…
27/03/17

AL VIA IL TAVOLO AIFA-MEDICINA GENERALE E TERRITORIALE

Il dott. Claudio Cricelli (presidente SIMG): “Ottima iniziativa, siamo pronti a fare la nostra parte. La nostra Società è l’unica in grado di fornire all’Agenzia tutti i dati relativi alle malattie croniche e alla presa in carico dei pazienti. Possiamo così valutare le performance e le considerazioni dei medici”

Roma, 27 marzo 2017 – Dopo alcuni anni di stallo riapre il tavolo della medicina generale e territoriale presso l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). La scorsa settimana si è tenuto un primo incontro…
23/03/17

FONDAZIONE MELANOMA: AL VIA LA CAMPAGNA “NOI ROSSI”

Il presidente Paolo Ascierto: “Vogliamo sensibilizzare i cittadini che hanno questa pigmentazione della pelle e dei capelli, ma tutti dovrebbero seguire le regole della prevenzione. Se individuata in fase precoce, la malattia è guaribile con l’asportazione di un neo”. In programma una mostra con le immagini dei testimonial

Napoli, 23 marzo 2017 – Gli under 40 sono fra i più colpiti dal melanoma, tumore della pelle particolarmente aggressivo: il 20% dei casi è riscontrato in pazienti di età compresa fra 15 e 39 anni. La…
23/03/17

A FROSINONE IL 1° FESTIVAL DELLA PREVENZIONE E INNOVAZIONE IN ONCOLOGIA
UN MOTORHOME A VILLA COMUNALE: I CLINICI INCONTRANO I CITTADINI

Nel Lazio il 33,2% degli adulti è sedentario e il 29,6% fuma. I camici bianchi saranno per 3 giorni nel pullman per fornire consigli sugli stili di vita sani contro il cancro. In programma lezioni in classe agli studenti di 9 Istituti. Domenica mattina la “passeggiata della salute”. Nella Regione stimate 33.300 nuove diagnosi nel 2016

Dal 24 al 26 marzo la città ospita la settima tappa del tour dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica

Frosinone, 23 marzo 2017 - La lotta ai tumori scende in piazza a Frosinone. La settima tappa del “Festival della prevenzione e innovazione in oncologia” si svolge proprio nel capoluogo laziale. Un…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it