mercoledì, 21 agosto 2019

Contenuto

24 gennaio 2003

04 - SINTESI DELL’INTERVENTO DEL PROFESSOR GIUSEPPE GIRBINO

L’approccio con la malattia asmatica a la Bpco è notevolmente cambiato negli ultimi anni sia da parte dei pazienti, che hanno acquisito maggiore consapevolezza, sia da parte dei medici che non la affrontano più come patologia sintomatica ma come malattia cronica, da curare sempre. Gli studi più recenti, d’altra parte, hanno confermato le teorie già avanzate alcuni anni fa: l’asma non è una sindrome ma una malattia su base organica caratterizzata da una infiammazione verso la quale la persona asmatica è costituzionalmente predisposta.
Il ruolo dello specialista, quindi, è di diffondere questo nuovo modo di considerare la malattia per cambiare l’atteggiamento mentale a tutti i livelli medici e dei pazienti. Nonostante le importanti campagne di informazione condotte dalle associazioni, infatti, sono ancora molti gli asmatici che si dimenticano di essere tali nei periodi, spesso anche lunghi, in cui stanno bene.
L’altra patologia importante, forse la più importante dal punto vista pneumologico per numero di pazienti, è la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), una malattia invalidante che trova la sua causa primaria nel fumo di sigaretta. Anche per la BPCO come per l’asma sono oggi disponibili farmaci e soprattutto presidi che consentono al paziente di vivere molto più a lungo, in molti casi di tornare ad una vita sociale alla quale avevano dovuto rinunciare. L’obiettivo che ci poniamo, però, è molto più ambizioso, vogliamo arrivare a prevenire la BPCO o almeno le riacutizzazioni con vaccini antipneumococcici, attività di riabilitazione respiratoria ma anche e soprattutto sottraendo le persone dai fattori di rischio. In particolare dal fumo di sigaretta. Su questo tasto dolente tante parole sono state spese ed oggi cominciamo a raccogliere i frutti: la maggior parte dei fumatori, infatti, se non rinuncia alla sigaretta almeno è più attento alla salute del prossimo e rispetta più che in passato chi non fuma.
Queste e altre patologie meno note e fino a poco tempo fa trascurate come i disturbi del sonno fra le quali le apnee notturne, meritano una grande attenzione e strutture adeguate. Ci stiamo impegnando, in particolare, per modificare i nostri reparti in modo da adeguarli alle esigenze dei pazienti ma soprattutto ci stiamo battendo per attuare l’ospedalizzazione a domicilio dei pazienti cronici e anziani che fino ad oggi devono rimanere in ospedale anche per 40 – 60 giorni con notevole dispendio di energia e costi elevatissimi per le strutture sanitarie senza contare i disagi per i pazienti e le loro famiglie.

IL PROFESSOR GIRBINO È DIRETTORE DELLA CLINICA DI MALATTIE RESPIRATORIE DELL’UNIVERSITÀ DI MESSINA

Anteprima News

01/08/19

URO-GINECOLOGI: “SI ALL’USO DELLE PROTESI/RETI PER LA CHIRURGIA VAGINALE”

Mauro Cervigni, segretario scientifico AIUG: “Sono dispositivi che non devono essere banditi ma utilizzati in modo corretto. Possono rappresentare un’opportunità positiva per le pazienti”

Milano, 01 agosto 2019 – “Sì all’utilizzo delle protesi/reti (mesh) per il trattamento conservativo del prolasso. Questi dispositivi medici non devono essere banditi e, se usati correttamente,…
22/07/19

TUMORE DEL COLON RETTO: BAYER, BRISTOL-MYERS SQUIBB E ONO PHARMACEUTICAL AVVIANO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE CLINICA PER STUDIARE REGORAFENIB E NIVOLUMAB COME TERAPIA DI COMBINAZIONE

· La combinazione di regorafenib e nivolumab rispetto a regorafenib da solo sarà valutata in pazienti con tumore del colon retto metastatico con microsatelliti stabili
· Le Aziende pianificano uno studio di ricerca dell’indicazione

Milano, 22 luglio 2019 – Bayer, Bristol-Myers Squibb e Ono Pharmaceutical (“Ono”) hanno annunciato di aver avviato un accordo di collaborazione clinica per valutare la combinazione di regorafenib,…
18/07/19

Ipertensione: semplificare la terapia favorisce l’aderenza e il controllo della pressione

I risultati dello studio Senior Italia FederAnziani presentati al Ministero della Salute

Roma, 18 luglio 2019 – Senior Italia FederAnziani ha monitorato oltre 12.000 anziani attraverso un controllo costante della pressione, costruendo un vero e proprio diario dell’iperteso. Allo studio ha…
11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522