Contenuto

9 marzo 2000

CHE COS’È LA SINDROME DI PRADER-WILLI

La Sindrome di Prader-Willi (SPW) è causata da una disfunzione genetica non ereditaria. Chi ne è affetto è privo del senso di sazietà per una anomalia nel centro che controlla questo stimolo nel cervello.
L’assunzione di cibo nelle persone colpite da questa sindrome, disabili e non autosufficienti, deve quindi essere sempre controllata; nella maggioranza dei casi è richiesta una continua assistenza, in particolare quando il quoziente di intelligenza è inferiore alla media. Se la sindrome non viene diagnosticata precocemente e i genitori non ne sono correttamente informati e non sono supportati da medici competenti, si può facilmente arrivare ad una obesità grave con esiti letali anche in giovane età.

L’incidenza di casi di SPW è di circa 1 caso su 15.000 nati: non si tratta quindi di una malattia estremamente rara come la sua scarsa conoscenza può far credere. Inoltre, questa malattia esiste ovunque e colpisce in maniera uguale uomini e donne di qualsiasi razza. Se non viene riscontrata, chi ne è colpito muore nella maggior parte dei casi, uscendo così in maniera “naturale” dalla statistica. In Europa troviamo situazioni diverse ed allarmanti proprio a livello statistico. L’Italia non è immune e presenta, come spesso avviene nel nostro Paese, una situazione anomala e contrastante: da una parte la presenza nei maggiori ospedali del Paese di personale qualificato, molto stimato anche a livello internazionale, dall’altra un numero minimo di casi conosciuto ed una situazione di coinvolgimento addirittura disarmante.
È indispensabile, quindi, creare anche nel nostro Paese un’informazione continua e capillare sull’esistenza di questa malattia e sulla possibilità di affrontarla in maniera meno traumatica e drammatica. È necessario effettuare una diagnosi precoce e coinvolgere le famiglie perchè collaborino con la Federazione delle Associazioni di genitori SPW, dove possono trovare consigli, informazioni e indicazioni sui centri medici cui fare riferimento. È importante ricordare che il tutto avviene all’interno di una efficiente struttura internazionale, che tiene tutte le associazioni nel mondo continuamente informate sugli sviluppi della ricerca scientifica e sulle novità che da altre realtà anche lontane possono arrivare.

Anteprima News

22/07/19

TUMORE DEL COLON RETTO: BAYER, BRISTOL-MYERS SQUIBB E ONO PHARMACEUTICAL AVVIANO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE CLINICA PER STUDIARE REGORAFENIB E NIVOLUMAB COME TERAPIA DI COMBINAZIONE

· La combinazione di regorafenib e nivolumab rispetto a regorafenib da solo sarà valutata in pazienti con tumore del colon retto metastatico con microsatelliti stabili
· Le Aziende pianificano uno studio di ricerca dell’indicazione

Milano, 22 luglio 2019 – Bayer, Bristol-Myers Squibb e Ono Pharmaceutical (“Ono”) hanno annunciato di aver avviato un accordo di collaborazione clinica per valutare la combinazione di regorafenib,…
18/07/19

Ipertensione: semplificare la terapia favorisce l’aderenza e il controllo della pressione

I risultati dello studio Senior Italia FederAnziani presentati al Ministero della Salute

Roma, 18 luglio 2019 – Senior Italia FederAnziani ha monitorato oltre 12.000 anziani attraverso un controllo costante della pressione, costruendo un vero e proprio diario dell’iperteso. Allo studio ha…
11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…
26/06/19

DEDALUS ACQUISISCE IL 60% DI SOFTECH, ECCELLENZA NELLE
SOLUZIONI INFORMATICHE SOCIO-SANITARIE
ORA POSSIBILE OTTIMIZZARE RISORSE DISPONIBILI E OFFERTA DI QUALITÀ PER IL PAZIENTE IN TUTTO IL PERCORSO CLINICO-ASSISTENZIALE

In arrivo un’offerta integrata per medici di famiglia, servizi territoriali e ospedalieri con i servizi sociali, grazie al D-Four, piattaforma tecnologica di ultima generazione.

Firenze, 26 giugno 2019 – Dedalus ha acquisito il 60% della società Softech di Bologna, leader nel segmento delle soluzioni socio-sanitarie. L’ingresso di Softech completa la strategia globale di…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522