mercoledì, 17 luglio 2019

Contenuto

3 marzo 2000

IL RUOLO DEL MEDICO E DEL PAZIENTE

Il medico - Una volta fatta la diagnosi d’asma, il medico dovrà preparare con il paziente un piano terapeutico con le indicazioni necessarie sul da farsi nei periodi normali, in caso di peggioramento dei sintomi e, soprattutto, in caso di emergenza. Per facilitare i compiti del paziente, il piano terapeutico viene diviso in tre fasi.

Ad ognuna corrisponde un colore del semaforo: il semaforo verde indica che si può continuare la terapia abituale senza problemi; quello giallo avvisa che si deve fare attenzione, il semaforo rosso avverte che si è in pericolo. Al fine di consentire al malato d’asma di valutare anche da solo a casa come comportarsi, il medico gli insegnerà ad utilizzare il misuratore di picco di flusso espiratorio (PEF) e gli spiegherà come valutare se l’asma è sotto controllo, oppure ci sono segnali di cambiamento o di peggioramento.
Il PEF - Il Peak Expiratory Flow (PEF) è un numero che indica la massima velocità con cui si espelle l’aria dai polmoni (in litri al minuto). Questa velocità dipende in parte dallo sforzo e dalla tecnica con cui si soffia nell’apparecchio e in parte dalla larghezza delle vie aeree. Il valore di PEF è più alto o normale quando l’asmatico sta bene, ma diminuisce quando ha un’ostruzione del flusso aereo. Il PEF è dunque una misura che permette di valutare la gravità dell’asma e di seguirne l’evoluzione nel tempo. Come si valuta il PEF ? Esistono delle tavole che indicano i valori teorici in funzione del sesso, dell’età e dell’altezza. Ogni asmatico deve chiedere al proprio medico qual è il suo valore personale di PEF e di fissare i valori del PEF in corrispondenza dei quali adattare i farmaci (PEF compreso tra l’80% e il 60%) o prendere le misure d’emergenza (PEF inferiore al 60%). Una diminuzione al di sotto dell’80% di questo valore indica, anche in assenza di segni clinici, un aggravamento dell’asma.
Il paziente - Il medico aiuta il paziente consigliando i farmaci e dando suggerimenti su come gestire la malattia e prevenire o trattare le crisi e le emergenze. I risultati dipendono però soprattutto da un costante impegno del paziente che deve seguire scrupolosamente le prescrizioni e le raccomandazioni del medico, assumendo regolarmente e correttamente i farmaci, misurando con attenzione e puntualità il respiro, controllandosi periodicamente. Con le opportune spiegazioni e istruzioni del medico, chi ha l’asma può gestire attivamente la malattia aumentando l’efficacia del trattamento e ritrovando spesso condizioni di vita normali.

Anteprima News

11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…
26/06/19

DEDALUS ACQUISISCE IL 60% DI SOFTECH, ECCELLENZA NELLE
SOLUZIONI INFORMATICHE SOCIO-SANITARIE
ORA POSSIBILE OTTIMIZZARE RISORSE DISPONIBILI E OFFERTA DI QUALITÀ PER IL PAZIENTE IN TUTTO IL PERCORSO CLINICO-ASSISTENZIALE

In arrivo un’offerta integrata per medici di famiglia, servizi territoriali e ospedalieri con i servizi sociali, grazie al D-Four, piattaforma tecnologica di ultima generazione.

Firenze, 26 giugno 2019 – Dedalus ha acquisito il 60% della società Softech di Bologna, leader nel segmento delle soluzioni socio-sanitarie. L’ingresso di Softech completa la strategia globale di…
24/06/19

Senior Italia e Sumai lanciano allarme su difficoltà degli anziani a curarsi: subito un Tavolo con pazienti, società scientifiche e istituzioni

Roma, 24 giugno 2019 – “Serve un tavolo di confronto urgente sul diritto alla salute e alle cure per gli over 65 che veda coinvolti pazienti, istituzioni e mondo medico-scientifico, perché oggi in…
20/06/19

LA FIMP: “BISOGNA FAVORIRE LA PREVENZIONE DEGLI ABUSI SUI MINORI
SERVONO CORSI FORMATIVI SPECIFICI PER PEDIATRI DI FAMIGLIA E INSEGNANTI”

Il dott. Luigi Nigri: “In Italia manca ancora una vera cultura su un fenomeno che presenta numeri preoccupanti e che risulta in crescita. Già a livello universitario vanno previsti degli interventi”

Roma, 20 giugno 2019 – “La prevenzione degli abusi e delle violenze su bambini e adolescenti deve per forza passare dai professionisti che più di tutti interagiscono regolarmente con i minori. Quindi…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522