mercoledì, 17 luglio 2019

Contenuto

18 febbraio 2000

CHE COS’È IL CE.M.A.T.

Con il progetto ‘Centri per migliorare l’adesione alle terapie’ (CE.M.A.T.) l’Anlaids Lombardia vuole affrontare il problema della mancata adesione alle terapie antiretrovirali da parte dei pazienti HIV-positivi. Centri appositamente strutturati possono infatti facilitare il rispetto dei complessi regimi terapeutici che prevedono l’assunzione quotidiana, a orari e modalità particolari, di decine di farmaci.

Degli oltre 30.000 italiani affetti da Hiv, sono 5.000, cioè ben il 15%, quelli che non assumono i farmaci delle terapie combinate o lo fanno in modo discontinuo. Questo fenomeno annulla l’effetto della terapia e può rendere il virus resistente al trattamento, bruciando così una possibilità terapeutica.
Il progetto CE.M.A.T. combatte il problema con due strumenti: informazione e assistenza.
Una corretta informazione può senza dubbio migliorare l’adesione alla terapia. Per far questo è stato pubblicato un manuale contenente consigli per chi è già in terapia o deve iniziarla. Le informazioni sono scritte in modo semplice e sintetico, con un linguaggio accessibile a tutti. Da novembre è anche attivo un centralino (il numero è lo 02-33608683/87) al quale risponderanno, in forma anonima, medici e volontari che, tutti i giorni, dalle 18 alle 20, risolveranno tutti i dubbi su come e quando prendere i farmaci.
È stato inoltre istituito uno sportello di incontro per i pazienti, aperto due pomeriggi alla settimana presso gli ambulatori dell’ospedale Luigi Sacco di Milano, e il sabato mattina presso la sede dell’Anlaids Lombardia di Milano.
A rispondere ci saranno dieci volontari esperti del problema e preparati specificamente con un corso di due giorni tenuto da medici e psicologi. Per chiarimenti più scientifici i malati potranno consultare gli otto medici dell’ospedale Sacco che partecipano al progetto.
Sempre presso la sede Anlaids sono organizzati gruppi di supporto psicologico (sono tre gli psicologi della sezione Anlaids Lombardia) per le persone sieropositive e per i loro famigliari. Vengono inoltre distribuite una serie di facilities come tritapastiglie, contenitori termici, portapasticche.
Il CE.M.A.T. è un progetto pilota che mira a diventare un modello d’intervento semplice, pratico e multifunzionale per tutti i centri di assistenza per i malati di Aids.
Tale iniziativa è stata resa possibile grazie al sostegno di case farmaceutiche unite per la prima volta in Italia in un comune progetto per la lotta contro l’Aids: Abbot, Bristol Myers, Squibb, Dupont Pharma, Glaxo Wellcome, Merk Sharp & Dohme, Pharmacia & Upjhon e Roche.

Anteprima News

11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…
26/06/19

DEDALUS ACQUISISCE IL 60% DI SOFTECH, ECCELLENZA NELLE
SOLUZIONI INFORMATICHE SOCIO-SANITARIE
ORA POSSIBILE OTTIMIZZARE RISORSE DISPONIBILI E OFFERTA DI QUALITÀ PER IL PAZIENTE IN TUTTO IL PERCORSO CLINICO-ASSISTENZIALE

In arrivo un’offerta integrata per medici di famiglia, servizi territoriali e ospedalieri con i servizi sociali, grazie al D-Four, piattaforma tecnologica di ultima generazione.

Firenze, 26 giugno 2019 – Dedalus ha acquisito il 60% della società Softech di Bologna, leader nel segmento delle soluzioni socio-sanitarie. L’ingresso di Softech completa la strategia globale di…
24/06/19

Senior Italia e Sumai lanciano allarme su difficoltà degli anziani a curarsi: subito un Tavolo con pazienti, società scientifiche e istituzioni

Roma, 24 giugno 2019 – “Serve un tavolo di confronto urgente sul diritto alla salute e alle cure per gli over 65 che veda coinvolti pazienti, istituzioni e mondo medico-scientifico, perché oggi in…
20/06/19

LA FIMP: “BISOGNA FAVORIRE LA PREVENZIONE DEGLI ABUSI SUI MINORI
SERVONO CORSI FORMATIVI SPECIFICI PER PEDIATRI DI FAMIGLIA E INSEGNANTI”

Il dott. Luigi Nigri: “In Italia manca ancora una vera cultura su un fenomeno che presenta numeri preoccupanti e che risulta in crescita. Già a livello universitario vanno previsti degli interventi”

Roma, 20 giugno 2019 – “La prevenzione degli abusi e delle violenze su bambini e adolescenti deve per forza passare dai professionisti che più di tutti interagiscono regolarmente con i minori. Quindi…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522