mercoledì, 17 luglio 2019

Contenuto

25 gennaio 2000

DIPENDENZA E TOLLERANZA AGLI OPPIOIDI

Il timore della dipendenza psicologica da oppioidi è uno dei motivi per cui molti bambini malati non ricevono un adeguato trattamento analgesico. Tuttavia la “dipendenza psicologica” si verifica solo quando un individuo è irresistibilmente coinvolto nell’ottenere e usare un farmaco principalmente per i suoi effetti euforici e dalla incapacità di sospenderne l’assunzione, e questo non è un problema per i bambini con cancro che ricevono oppioidi per il controllo dei dolore. La dipendenza fisica e la tolleranza sono, ad ogni modo, fenomeni fisiologici che si verificano in ogni persona che assume oppioidi su base cronica.

La dipendenza fisiologica sopravviene quando il corpo si abitua a un certo quantitativo di farmaco e in seguito lo richiede in modo continuativo. I sintomi di astinenza quali irritabilità, ansia, insonnia, nausea, vomito, crampi addominali, diarrea, verificabili di fronte ad una brusca sospensione degli oppioidi, possono essere evitati riducendo gradualmente le dosi.
La tolleranza ai farmaci oppioidi si presenta dopo una ripetuta somministrazione. C’è un graduale adattamento a un certo quantitativo di farmaco, e si rendono necessarie dosi progressivamente più elevate per ottenere il medesimo grado di controllo del dolore. Benché i bambini con cancro possano richiedere un aumento e una maggior frequenza delle dosi di oppioide a causa dell’assuefazione, si dovrebbe fornire loro solo la dose necessaria a controllare il dolore. Tuttavia, ogni volta che siano necessarie dosi di oppioidi maggiori per controllare un dolore sino a quel momento tenuto sotto controllo, i bambini devono essere esaminati con cura per determinare se il tumore è avanzato, dal momento che il dolore potrebbe essere il primo segno di una progressione della malattia.
È dunque necessario che i sanitari rassicurino la famiglia sui fatto che la dipendenza fisica e la tolleranza agli oppioidi sono fenomeni normali, e non significa che loro figlio è diventato “dipendente psicologico”, cioè un drogato. Anche se i bambini possono manifestare un atteggiamento di ricerca del farmaco – attraverso la richiesta di aumentarne le dosi, o con continui sguardi all’orologio – questa “pseudo-dipendenza” in genere scompare una volta che il problema viene trattato in modo mirato ed aggressivo e la cura viene bilanciata in modo da fornire un controllo soddisfacente.

Anteprima News

11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…
26/06/19

DEDALUS ACQUISISCE IL 60% DI SOFTECH, ECCELLENZA NELLE
SOLUZIONI INFORMATICHE SOCIO-SANITARIE
ORA POSSIBILE OTTIMIZZARE RISORSE DISPONIBILI E OFFERTA DI QUALITÀ PER IL PAZIENTE IN TUTTO IL PERCORSO CLINICO-ASSISTENZIALE

In arrivo un’offerta integrata per medici di famiglia, servizi territoriali e ospedalieri con i servizi sociali, grazie al D-Four, piattaforma tecnologica di ultima generazione.

Firenze, 26 giugno 2019 – Dedalus ha acquisito il 60% della società Softech di Bologna, leader nel segmento delle soluzioni socio-sanitarie. L’ingresso di Softech completa la strategia globale di…
24/06/19

Senior Italia e Sumai lanciano allarme su difficoltà degli anziani a curarsi: subito un Tavolo con pazienti, società scientifiche e istituzioni

Roma, 24 giugno 2019 – “Serve un tavolo di confronto urgente sul diritto alla salute e alle cure per gli over 65 che veda coinvolti pazienti, istituzioni e mondo medico-scientifico, perché oggi in…
20/06/19

LA FIMP: “BISOGNA FAVORIRE LA PREVENZIONE DEGLI ABUSI SUI MINORI
SERVONO CORSI FORMATIVI SPECIFICI PER PEDIATRI DI FAMIGLIA E INSEGNANTI”

Il dott. Luigi Nigri: “In Italia manca ancora una vera cultura su un fenomeno che presenta numeri preoccupanti e che risulta in crescita. Già a livello universitario vanno previsti degli interventi”

Roma, 20 giugno 2019 – “La prevenzione degli abusi e delle violenze su bambini e adolescenti deve per forza passare dai professionisti che più di tutti interagiscono regolarmente con i minori. Quindi…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522