Contenuto

25 gennaio 2000

DOLORE DA PROCEDURE MEDICHE

Il dolore dovuto a procedure diagnostiche e terapeutiche è spesso causa di preoccupazione per i bambini che ricevono trattamenti curativi. Le procedure effettuate senza un adeguato controllo del dolore possono causare ansietà, che a sua volta può incrementare il dolore delle procedure successive, alterare la relazione con gli operatori sanitari e ridurre la compliance ai consigli medici.

La prevenzione del dolore da procedure interessa sia l’approccio farmacologico che quello non farmacologico. I bambini devono essere adeguatamente preparati per tutte le procedure invasive e diagnostiche, dalle piccole punture sul dito alle aspirazioni midollari, alle procedure diagnostiche per immagini; così come conoscere in cosa consistono queste procedure e come verranno eseguite ed essere preparati a luci, odori e suoni inusuali. Se possibile, e culturalmente appropriato, i genitori dovrebbero essere presenti durante le procedure per provvedere al conforto dei loro bambini. La stanza del bambino deve rimanere il più possibile un rifugio dagli eventi dolorosi: i trattamenti, quindi, vanno effettuati in stanze specifiche. Deve, infine, essere assicurata la competenza delle persone che effettuano le procedure.
Un trattamento farmacologico adeguato è spesso necessario al bambino durante la sua prima esperienza di procedura dolorosa per prevenire il circolo della paura che emerge quando questa procedura dovrà essere effettuata ripetutamente.
Approcci comportamentali possono anche essere adottati dopo che gli interventi diagnostici iniziali sono stati completati. Se sono utilizzati farmaci che sedano la coscienza, i bambini vanno osservati attentamente da una persona con la sola responsabilità del monitoraggio del respiro e del livello di coscienza; l’ossimetria, se disponibile, dovrebbe essere utilizzata. Una persona aperta in grado di intervenire sulle vie aeree dovrebbe essere presente, con un equipaggiamento per rianimazione e farmaci appropriati.

Anteprima News

22/07/19

TUMORE DEL COLON RETTO: BAYER, BRISTOL-MYERS SQUIBB E ONO PHARMACEUTICAL AVVIANO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE CLINICA PER STUDIARE REGORAFENIB E NIVOLUMAB COME TERAPIA DI COMBINAZIONE

· La combinazione di regorafenib e nivolumab rispetto a regorafenib da solo sarà valutata in pazienti con tumore del colon retto metastatico con microsatelliti stabili
· Le Aziende pianificano uno studio di ricerca dell’indicazione

Milano, 22 luglio 2019 – Bayer, Bristol-Myers Squibb e Ono Pharmaceutical (“Ono”) hanno annunciato di aver avviato un accordo di collaborazione clinica per valutare la combinazione di regorafenib,…
18/07/19

Ipertensione: semplificare la terapia favorisce l’aderenza e il controllo della pressione

I risultati dello studio Senior Italia FederAnziani presentati al Ministero della Salute

Roma, 18 luglio 2019 – Senior Italia FederAnziani ha monitorato oltre 12.000 anziani attraverso un controllo costante della pressione, costruendo un vero e proprio diario dell’iperteso. Allo studio ha…
11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…
26/06/19

DEDALUS ACQUISISCE IL 60% DI SOFTECH, ECCELLENZA NELLE
SOLUZIONI INFORMATICHE SOCIO-SANITARIE
ORA POSSIBILE OTTIMIZZARE RISORSE DISPONIBILI E OFFERTA DI QUALITÀ PER IL PAZIENTE IN TUTTO IL PERCORSO CLINICO-ASSISTENZIALE

In arrivo un’offerta integrata per medici di famiglia, servizi territoriali e ospedalieri con i servizi sociali, grazie al D-Four, piattaforma tecnologica di ultima generazione.

Firenze, 26 giugno 2019 – Dedalus ha acquisito il 60% della società Softech di Bologna, leader nel segmento delle soluzioni socio-sanitarie. L’ingresso di Softech completa la strategia globale di…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522