Contenuto

2 novembre 2001

CEROTTI TRANSDERMICI ALLA NITROGLICERINA

L’utilità dei nitrati nel risolvere il dolore anginoso è ormai accertato. Una volta stabilizzato il paziente attraverso l’assunzione di farmaci tradizionali (sublinguali, in capsule o per via endovenosa) e verificata l’assenza di crisi anginose per almeno 24 ore si può passare al trattamento transdermico a lento rilascio.
Per evitare la tolleranza, che è dose e durata-dipendente, è necessaria una finestra terapeutica della durata di circa 8 ore. I nitrati hanno effetti periferici e coronarici. Aumentano la capacità del sistema venoso, riducendo il precarico e conseguentemente le dimensioni del volume diastolico del ventricolo sinistro e lo stress parietale

L’effetto di vasodilatazione arteriosa periferica, che riduce il postcarico, è presente solo ai dosaggi più elevati. Inoltre i nitrati determinano vasodilatazione a livello delle stenosi e aumentano il flusso ematico proveniente dal circolo collaterale, migliorando la perfusione miocardica. Infine, prevengono lo spasmo coronarico nell’angina vasospastica.

EPINITRIL, L’ULTIMO NATO
Con l’obbiettivo di migliorare le caratteristiche dei tradizionali sistemi transdermici a matrice, Rottapharm ha sviluppato Epinitril utilizzando una nuova tecnologia che evita il ricorso ai facilitatori di assorbimento.
Epinitril ha una struttura molto semplice: una pellicola trasparente di supporto ed una matrice attiva adesiva nella quale è disciolto il GNT (Glicerin-trinitrato).
In questa semplice struttura, ciascun componente ha funzioni molteplici: lo sviluppo di questo sistema ha necessitato di lunghi studi e di una accurata scelta dei materiali.

Vantaggi clinici
La totale adesività della superficie garantisce il rilascio costante di GNT ed una minore variabilità inter-individuale. L’assenza di facilitatori di assorbimento e le dimensioni ridotte garantiscono minori rischi potenziali d’ irritazioni, minore area di cute esposta ed una migliore tollerabilità.
Studi specifici nell’uomo hanno dimostrato che Epinitril non provoca prurito, bruciore, dolore o lesioni cutanee obiettive. Anche alla riapplicazione, dopo due settimane non si è registrata nessuna reazione di sensibilizzazione.

Vantaggi pratici
La trasparenza “adeguata” ( il cerotto deve poter essere visibile dal paziente per lo più anziano) e le piccole dimensioni permettono al paziente una migliore qualità di vita e di relazione.
Il foglio protettivo, da rimuovere prima dell’applicazione, è stato realizzato con stampi a rilievo che consentono anche ai pazienti con problemi di vista, di riconoscere il giusto lato di applicazione.

Anteprima News

23/05/16

ALMIRALL: +3% DI VENDITE NEL PRIMO TRIMESTRE 2016

Le entrate totali hanno raggiunto 201 milioni di euro. Eduardo Sanchiz, Chief Executive Officer: “Crescita trainata dalla dermatologia e da nuove aree terapeutiche”

Milano, 20 maggio 2016 –Positivi i risultati del primo trimestre 2016 di Almirall. Leentrate totali hanno raggiunto 201 milioni di euro e le vendite nette ammontano a 184,9 milioni di euro. Queste…
13/05/16

"MARCATORI TUMORALI? UTILI PER IL MONITORAGGIO MA NON PER LA DIAGNOSI"

Il Presidente Marcello Ciaccio: "Siamo a fianco dell'AIOM nel condividere i criteri di appropriatezza relativi ai biomarcatori neoplastici"

Milano, 13 maggio 2016 - "Quando si parla di cancro e di pazienti con una neoplasia è importante rispettare i criteri di appropriatezza prescrittiva per richiedere l'esame giusto, per il paziente…
13/05/16

AL VIA LA GIORNATA MONDIALE SULLA SINDROME DA FATICA CRONICA

Il prof. Umberto Tirelli (Direttore del Dip. Oncologia Medica dell’INT di Aviano): “Iniziativa importante per sensibilizzare comunità scientifica e opinione pubblica su una patologia che mina seriamente la qualità di vita. Non esiste ancora un farmaco per sconfiggerla definitivamente”

Aviano (PN), 12 maggio 2016 – Si celebra oggi la Giornata Mondiale sulla Sindrome da Fatica Cronica (CFS). “E’ un’iniziativa importante per sensibilizzare la comunità scientifica e l’opinione pubblica…
13/05/16

HIV-1: AIFA APPROVA LA RIMBORSABILITA' DELLA COFORMULAZIONE ATAZANAVIR/COBICISTAT,
DIMOSTRATA L’EFFICACIA A LUNGO TERMINE

Virus sotto controllo dopo quasi un anno nell’85% dei pazienti, un risultato confermato a 144 settimane. La coformulazione, in una sola compressa da assumere una volta al giorno, ha mostrato bioequivalenza rispetto ai due farmaci somministrati come agenti singoli e ha dimostrato efficacia virologica comparabile ad atazanavir+ ritonavir nel lungo termine

È il primo farmaco in combinazione a dose fissa di un inibitore delle proteasi (atazanavir) e di un potenziatore farmacocinetico (cobicistat) la cui efficacia è stata dimostrata in uno studio clinico di fase 3, randomizzato, in doppio cieco, con controllo attivo.

Roma, 12 maggio 2016 – Oggi i pazienti italiani colpiti da HIV-1 hanno a disposizione una nuova arma che ha dimostrato di essere efficace nel lungo termine. L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha…
29/04/16

SIBIOC E ASSODIAGNOSTICI: AL VIA LA COOPERAZIONE PER L’APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA E L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Illustrato il programma del biennio 2016-2017 della Società dei Medici di Laboratorio. Il prof Marcello Ciaccio: "Evidente la necessità di condividere gli obiettivi a tutto vantaggio del paziente"

Milano, 29 aprile 2016 – Forte necessità di garantire appropriatezza prescrittiva e innovazione tecnologica, maggiori risorse per la ricerca e formazione dei medici, dialogo serrato con le…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it