mercoledì, 21 agosto 2019

Contenuto

23 maggio 2001

IL PROGETTO “DINACOR” (STUDIO DINAMICO DEL FLUSSO CORONARICO)

Il progetto DinaCor, diretto dal prof. Francesco Fedele, ha lo scopo di approfondire le conoscenze fisiopatologiche della circolazione coronarica, attraverso un approccio innovativo.
Il progetto serve a costruire una modellizzazione matematica computerizzata della rete arteriosa coronarica, sulla cui base poter studiare, mediante test che simulano l’infarto, gli effetti a livello delle coronarie, sia in pazienti con stenosi coronariche (restringimenti del lume), sia in persone asintomatiche con coronarie apparentemente indenni. La modellizzazione del flusso di sangue che normalmente attraversa le coronarie, non solo consente di valutare con accuratezza l’entità delle lesioni coronariche, ma anche di chiarire meglio il significato funzionale delle stenosi diversamente collocate a livello dell’albero arterioso coronarico, che attualmente vengono grossolanamente indicate con una percentuale di riduzione del lume, indipendentemente dalla loro localizzazione.

Il computer consente la simulazione di un grandissimo numero di situazioni patologiche: a parità di lesione ostruttiva del vaso, si possono sperimentare diversi livelli di gravità degli eventi cardiovascolari modificando le variabili che influenzano le condizioni della circolazione coronarica, indipendentemente dalla presenza di una stenosi o meno. Le variabili principali che vengono variate sono quelle legate al metabolismo, al tessuto dei vasi (l’endotelio) e del muscolo cardiaco, e al sistema nervoso autonomo. Data la sempre più frequente osservazione di pazienti asintomatici affetti da coronaropatia, l’analisi quantitativa della stenosi rappresenta l’unico punto di riferimento per decisioni obiettive nei riguardi della terapia.
Inoltre, a livello funzionale, la conferma della presenza di diversi stadi di disfunzionalità, che si succedono nel tempo con una dinamica progressiva, correlata all'entità e allo stadio del danno coronarico, potrebbe fornire la possibilità di individuare, attraverso questi e altri test funzionali, dei segni precoci di compromissione della regolazione coronarica in pazienti che non presentano ancora stenosi rilevabili angiograficamente. Tutto questo, naturalmente, soprattutto per i risvolti in campo terapeutico, comporterà indubbi vantaggi a livello sociale ed economico.
Proprio per questi motivi, il progetto, allestito a livello nazionale, si prefigge lo scopo di utilizzare le rispettive risorse sanitarie dei vari centri, per migliorare la ricerca e, soprattutto, di utilizzare le rispettive risorse telematiche e i rispettivi network sanitari per la massima diffusione possibile di ogni innovazione in campo sanitario, offrendo indubbi vantaggi assistenziali e terapeutici nel campo del servizio sanitario offerto ai cittadini.

Anteprima News

01/08/19

URO-GINECOLOGI: “SI ALL’USO DELLE PROTESI/RETI PER LA CHIRURGIA VAGINALE”

Mauro Cervigni, segretario scientifico AIUG: “Sono dispositivi che non devono essere banditi ma utilizzati in modo corretto. Possono rappresentare un’opportunità positiva per le pazienti”

Milano, 01 agosto 2019 – “Sì all’utilizzo delle protesi/reti (mesh) per il trattamento conservativo del prolasso. Questi dispositivi medici non devono essere banditi e, se usati correttamente,…
22/07/19

TUMORE DEL COLON RETTO: BAYER, BRISTOL-MYERS SQUIBB E ONO PHARMACEUTICAL AVVIANO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE CLINICA PER STUDIARE REGORAFENIB E NIVOLUMAB COME TERAPIA DI COMBINAZIONE

· La combinazione di regorafenib e nivolumab rispetto a regorafenib da solo sarà valutata in pazienti con tumore del colon retto metastatico con microsatelliti stabili
· Le Aziende pianificano uno studio di ricerca dell’indicazione

Milano, 22 luglio 2019 – Bayer, Bristol-Myers Squibb e Ono Pharmaceutical (“Ono”) hanno annunciato di aver avviato un accordo di collaborazione clinica per valutare la combinazione di regorafenib,…
18/07/19

Ipertensione: semplificare la terapia favorisce l’aderenza e il controllo della pressione

I risultati dello studio Senior Italia FederAnziani presentati al Ministero della Salute

Roma, 18 luglio 2019 – Senior Italia FederAnziani ha monitorato oltre 12.000 anziani attraverso un controllo costante della pressione, costruendo un vero e proprio diario dell’iperteso. Allo studio ha…
11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522