Contenuto

14 dicembre 2010

METASTASI LINFONODALI DEL CANCRO MIDOLLARE DELLA TIROIDE IN ETÀ PEDIATRICA E SOPRAVVIVENZA

Nel cancro midollare della tiroide, le metastasi linfonodali rappresentano un fattore di prognosi sfavorevole per la sopravvivenza globale. Un'adeguata valutazione linfonodale offre un valido contributo per la prognosi dei pazienti pediatrici con questa forma tumorale e dovrebbe essere presa in considerazione anche in quelli più grandi in attesa di procedura chirurgica per tumore midollare della tiroide sia ereditario che confermato da biopsia. Le metastasi linfonodali sono comuni negli adulti con cancro midollare della tiroide nei quali rappresentano fattore prognostico sfavorevole. Meno è invece noto circa le metastasi linfonodali nei bambini, che spesso presentano forme ereditarie del tumore. Le linee guida raccomandano per i più giovani la tiroidectomia profilattica, ma studi clinici prospettici randomizzati non sono attuabili in questo campo. I ricercatori della Division of Research and Optimal Patient Care del Cancer Programs dell'American College of Surgeons di Chicago hanno ipotizzato che le metastasi linfonodali fossero associate a prognosi sfavorevole anche nei bambini. Hanno quindi selezionato dal National Cancer Database i casi di cancro midollare della tiroide insorto in età inferiore a 21 anni nel periodo 1985 - 2007. Nello studio pubblicato sul Journal of Pediatric Surgery (leggi abstract originale) la regressione logistica multivariata è stata applicata per identificare i fattori associati alla valutazione linfonodale e la sopravvivenza è stata stimata usando il metodo di Kaplan-Meier. Dei 340 pazienti selezionati, 276 (64.2%) sono stati sottoposti a valutazione linfonodale e 121 (28.1%) hanno evidenziato presenza di metastasi. I pazienti più vecchi, quelli con tumori più grandi di 2 cm e con coinvolgimento dei margini presentavano maggiore probabilità di manifestare metastasi linfonodali (tutti p < 0.05). I pazienti sottoposti a tiroidectomia totale, quelli con coinvolgimento dei margini e i più grandi avevano maggiori probabilità di essere sottoposti a valutazione linfonodale dopo controllo dei fattori relativi a paziente, tumore e tipo di ospedale (tutti p < 0.05). Nel tempo un numero crescente di pazienti con cancro midollare della tiroide è stato sottoposto a tiroidectomia totale. I pazienti di 16 - 21 anni hanno mostrato una sopravvivenza globale a 10 anni più bassa rispetto ai bambini da 0 a 15 anni (88.7% vs 98.1%; p = 0.005). Anche le metastasi linfonodali sono state associate a ridotta sopravvivenza globale a 10 anni (84.4% vs 100%; p < 0.001).

Anteprima News

26/05/16

DERMATOLOGIA: AL VIA LA COLLABORAZIONE FRA ALMIRALL E BICOSOME. “NUOVE FORMULAZIONI TOPICHE PER IL RILASCIO CONTROLLATO”

Milano, 26 maggio 2016 - Almirall e Bicosome, start-up che sviluppa e commercializza cosmetici e prodotti dermo-farmaceutici a elevata performance, hanno annunciato l'avvio di un accordo di ricerca,…
25/05/16

UMBERTO TIRELLI NOMINATO COMMENDATORE
AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Il Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell’Istituto Nazionale Tumori di Aviano verrà insignito per i rilevanti meriti scientifici. Riceverà il premio In occasione della Festa del 2 giugno

Aviano (PN), 25 maggio 2016 – Il prof. Umberto Tirelli è stato nominato Commendatore al Merito della Repubblica italiana per i rilevanti meriti scientifici. Il premio verrà consegnato all’oncologo in…
23/05/16

ALMIRALL: +3% DI VENDITE NEL PRIMO TRIMESTRE 2016

Le entrate totali hanno raggiunto 201 milioni di euro. Eduardo Sanchiz, Chief Executive Officer: “Crescita trainata dalla dermatologia e da nuove aree terapeutiche”

Milano, 20 maggio 2016 –Positivi i risultati del primo trimestre 2016 di Almirall. Leentrate totali hanno raggiunto 201 milioni di euro e le vendite nette ammontano a 184,9 milioni di euro. Queste…
13/05/16

"MARCATORI TUMORALI? UTILI PER IL MONITORAGGIO MA NON PER LA DIAGNOSI"

Il Presidente Marcello Ciaccio: "Siamo a fianco dell'AIOM nel condividere i criteri di appropriatezza relativi ai biomarcatori neoplastici"

Milano, 13 maggio 2016 - "Quando si parla di cancro e di pazienti con una neoplasia è importante rispettare i criteri di appropriatezza prescrittiva per richiedere l'esame giusto, per il paziente…
13/05/16

AL VIA LA GIORNATA MONDIALE SULLA SINDROME DA FATICA CRONICA

Il prof. Umberto Tirelli (Direttore del Dip. Oncologia Medica dell’INT di Aviano): “Iniziativa importante per sensibilizzare comunità scientifica e opinione pubblica su una patologia che mina seriamente la qualità di vita. Non esiste ancora un farmaco per sconfiggerla definitivamente”

Aviano (PN), 12 maggio 2016 – Si celebra oggi la Giornata Mondiale sulla Sindrome da Fatica Cronica (CFS). “E’ un’iniziativa importante per sensibilizzare la comunità scientifica e l’opinione pubblica…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it