mercoledì, 22 maggio 2019

Contenuto

22 ottobre 2002

IPOGLICEMIA E IPERGLICEMIA

Lo scompenso glico-metabolico nel diabetico può portare a episodi di ipoglicemia (livello eccessivamente basso di zucchero nel sangue) o iperglicemia (livello troppo elevato). E’ bene imparare a riconoscerli: se identificati per tempo, sono infatti entrambi ben controllabili.
I sintomi dell’ipoglicemia sono sicuramente i più riconoscibili: senso di smarrimento, fame, sudorazione improvvisa, lievi tremori, dilatazione pupillare, pallore. È dovuta a un abbassamento dei valori di glucosio del sangue, e si verifica gradualmente o improvvisamente. L’aggravarsi della situazione è accompagnata da sintomi come scosse agli arti, crisi convulsive e addirittura stati di coma.

Le cause possono essere diverse: errori alimentari, dosi errate di insulina dei due tipi (pronta e lenta) oppure mancata assunzione di cibo dopo l’iniezione. È tuttavia possibile che la crisi insorga per motivi endogeni non prevedibili, come nel caso di produzione di insulina da parte di cellule b, ancora parzialmente funzionanti nei primi anni di vita, che va a sommarsi alla dose iniettata.
Conoscere i sintomi permette di intervenire prontamente, ingerendo carboidrati, bevande moderatamente zuccherate, senza però esagerare e provocare crisi iperglicemiche di compenso. In casi più gravi, in presenza di convulsioni, stati confusionali, perdita di coscienza, è necessario iniettare glucagone, un ormone che induce aumento di glicemia. È’ comunque bene tenere in casa fiale di soluzione glucosata che il medico potrà iniettare in caso di bisogno. Se questi interventi non sono sufficienti è indispensabile il ricovero ospedaliero.
I sintomi della iperglicemia, al contrario, sono spesso latenti e non rendono riconoscibile la crisi. Questi sintomi compaiono solo se l’iperglicemia è particolarmente grave o prolungata: nausea, vomito, secchezza cutanea, inappetenza, odore di acetone, poliuria e polidipsia.
L’iperglicemia compare in concomitanza di malattie, stress, situazione di affaticamento ma può anche essere una reazione a crisi ipoglicemiche. In tali occasioni, infatti, il fisico produce ormoni per aumentare la glicemia (effetto Somogyi). Questo comporta liberazione di glucosio da fegato e muscoli e di grassi dai depositi, che può causare acetonuria. Da questo consegue che è bene controllare più volte il valore glicemico durante il giorno per capire l’andamento effettivo e agire di conseguenza, nel tentativo di normalizzare i valori, con la modifica del dosaggio insulinico, del tipo di insulina, dell’apporto calorico, e aumentando l’esercizio fisico.
È soprattutto importante controllare i valori la sera e la mattina. Alla sera, in caso di valori normali, è da evitare l’assunzione di altro cibo per paura di crisi ipoglicemiche: l’effetto potrebbe essere l’iperglicemia.

Anteprima News

21/05/19

A BARI ARRIVA LA CAMPAGNA NAZIONALE #REUMADAYS

Gli specialisti della SIR 'scendono in piazza' contro le malattie reumatologiche

Bari, 21 maggio 2019 – Pericolose e potenzialmente invalidanti, subdole e molto diffuse ma ancora troppo spesso sottovalutate. Sono le malattie reumatologiche, oltre 150 diverse patologie che…
17/05/19

MALATTIE CRONICHE, 350MILA LOMBARDI GIA’ ASSISTITI DAL MEDICO DI FAMIGLIA
LA SIMG: “L’OBIETTIVO LA PRESA IN CARICO DI TUTTI I PAZIENTI ENTRO 5 ANNI”

Il dott. Aurelio Sessa: “Le cure primarie sono il “luogo ideale” dove curare patologie sempre più diffuse. Siamo i professionisti che meglio conosciamo il malato, le sue condizioni e il contesto in cui vive”

Varese, 17 maggio 2019 – Tutti i pazienti cronici lombardi devono essere presi in carico e assistiti da un medico di medicina generale che può diventare così il “regista” della loro assistenza.…
16/05/19

FONDAZIONE POLIAMBULANZA PREMIATA DAL POLITECNICO DI MILANO

Riconosciuti i risultati del progetto “Le Tecnologie ‘mobile’ nella gestione clinica ospedaliera” avviato nel 2012. Alessandro Triboldi: “Così riusciamo a garantire una maggiore qualità e sicurezza per i nostri pazienti”

Brescia, 16 maggio 2019 – Nuovo riconoscimento del Politecnico di Milano a Fondazione Poliambulanza per il suo impegno nell’informatizzazione dei percorsi clinici. L’istituto bresciano ha vinto il…
15/05/19

A RENDE ARRIVA LA CAMPAGNA NAZIONALE #REUMADAYS
AL CENTRO COMMERCIALE METROPOLIS UN INFO-POINT SU MALATTIE REUMATICHE

Il 20 e 21 maggio gli specialisti Reumatologi della SIR incontrano i cittadini per insegnare come giocare d'anticipo contro disturbi gravi ed invalidanti
che colpiscono 5 milioni di italiani. È prevista la diffusione di opuscoli e di altro materiale informativo. Sarà possibile effettuare dimostrazioni pratiche di alcuni esami

Rende (CS), 15 maggio 2019 - Pericolose e potenzialmente invalidanti, subdole e molto diffuse ma ancora troppo spesso sottovalutate. Sono le malattie reumatiche, oltre 150 diverse patologie che…
13/05/19

TUMORI: CENA DI BENEFICENZA DI “INSIEME CONTRO IL CANCRO”
IL PROF. COGNETTI: “RACCOGLIAMO FONDI PER PREVENZIONE E RICERCA”

Il presidente della Fondazione: “Ogni anno 150mila nuove diagnosi potrebbero essere evitate seguendo uno stile di vita sano”

Roma, 13 maggio 2019 – Nel nostro Paese ogni anno circa 150mila nuovi casi di tumore potrebbero essere evitati seguendo stili di vita sani (no al fumo, attività fisica costante e dieta corretta) e…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522