Contenuto

22 ottobre 2002

IPOGLICEMIA E IPERGLICEMIA

Lo scompenso glico-metabolico nel diabetico può portare a episodi di ipoglicemia (livello eccessivamente basso di zucchero nel sangue) o iperglicemia (livello troppo elevato). E’ bene imparare a riconoscerli: se identificati per tempo, sono infatti entrambi ben controllabili.
I sintomi dell’ipoglicemia sono sicuramente i più riconoscibili: senso di smarrimento, fame, sudorazione improvvisa, lievi tremori, dilatazione pupillare, pallore. È dovuta a un abbassamento dei valori di glucosio del sangue, e si verifica gradualmente o improvvisamente. L’aggravarsi della situazione è accompagnata da sintomi come scosse agli arti, crisi convulsive e addirittura stati di coma.

Le cause possono essere diverse: errori alimentari, dosi errate di insulina dei due tipi (pronta e lenta) oppure mancata assunzione di cibo dopo l’iniezione. È tuttavia possibile che la crisi insorga per motivi endogeni non prevedibili, come nel caso di produzione di insulina da parte di cellule b, ancora parzialmente funzionanti nei primi anni di vita, che va a sommarsi alla dose iniettata.
Conoscere i sintomi permette di intervenire prontamente, ingerendo carboidrati, bevande moderatamente zuccherate, senza però esagerare e provocare crisi iperglicemiche di compenso. In casi più gravi, in presenza di convulsioni, stati confusionali, perdita di coscienza, è necessario iniettare glucagone, un ormone che induce aumento di glicemia. È’ comunque bene tenere in casa fiale di soluzione glucosata che il medico potrà iniettare in caso di bisogno. Se questi interventi non sono sufficienti è indispensabile il ricovero ospedaliero.
I sintomi della iperglicemia, al contrario, sono spesso latenti e non rendono riconoscibile la crisi. Questi sintomi compaiono solo se l’iperglicemia è particolarmente grave o prolungata: nausea, vomito, secchezza cutanea, inappetenza, odore di acetone, poliuria e polidipsia.
L’iperglicemia compare in concomitanza di malattie, stress, situazione di affaticamento ma può anche essere una reazione a crisi ipoglicemiche. In tali occasioni, infatti, il fisico produce ormoni per aumentare la glicemia (effetto Somogyi). Questo comporta liberazione di glucosio da fegato e muscoli e di grassi dai depositi, che può causare acetonuria. Da questo consegue che è bene controllare più volte il valore glicemico durante il giorno per capire l’andamento effettivo e agire di conseguenza, nel tentativo di normalizzare i valori, con la modifica del dosaggio insulinico, del tipo di insulina, dell’apporto calorico, e aumentando l’esercizio fisico.
È soprattutto importante controllare i valori la sera e la mattina. Alla sera, in caso di valori normali, è da evitare l’assunzione di altro cibo per paura di crisi ipoglicemiche: l’effetto potrebbe essere l’iperglicemia.

Anteprima News

20/09/19

Cosa vogliono le donne dagli ospedali in cui sono curate?

Le risposte date da medici e pazienti nell’incontro “L’ospedale che vorrei”

L’Ospedale di Mestre, con il suo Dipartimento Materno-Infantile, si propone come uno dei luoghi chiave del dibattito scientifico sui tumori ginecologici: è proprio all’Angelo che si svolge venerdì 20…
11/09/19

REUMATOLOGIA: AL CONSERVATORIO DUE SERATE A FAVORE DELLA RICERCA

Il 21 e il 28 settembre la Fondazione FIRA ONLUS sarà al Verdi di Milano
per raccogliere fondi per le donne in gravidanza colpite da gravi forme di artriti

Milano, 11 settembre 2019 - Sensibilizzare le persone sulla diagnosi precoce e la cura delle malattie reumatologiche e raccogliere fondi per la ricerca medico scientifica a favore delle donne in…
10/09/19

RIMBORSATO IN ITALIA CABOZANTINIB COMPRESSE PER IL TRATTAMENTO DI PRIMA LINEA DI PAZIENTI ADULTI CON CARCINOMA RENALE AVANZATO A RISCHIO ‘INTERMEDIATE’ O ‘POOR’

Milano (Italia) – In data 5 Settembre 2019, sulla Gazzetta Ufficiale n. 208 - Serie Generale, è stata pubblicata la determina n.1279/2019 di prezzo e rimborso di cabozantinib compresse per il…
07/09/19

A BARCELLONA LA NUOVA TAPPA DI “ESCI DAL TUNNEL. NON BRUCIARTI IL FUTURO”
LA CAMPAGNA DI ONCOLOGI E PNEUMOLOGI CONTRO I DANNI DEL FUMO

E’ promossa da WALCE Onlus. Il 7-8 settembre nella Plaça de la Universitat sarà posizionato un tunnel di 14 metri a forma di sigaretta con un percorso di conoscenza sul tabagismo. La prof.ssa Silvia Novello: “Esportiamo all’estero un progetto educazionale vincente e che ha ottenuto grandi risultati in Italia”

Barcellona, 7 settembre 2019 – Dopo il grande successo registrato in Italia Esci dal Tunnel. Non bruciarti il futuro arriva in una della più importanti città europee. Barcellona ospiterà la nuova…
04/09/19

I pediatri di famiglia: "Buon lavoro al Neo-Ministro Speranza"

Roma, 4 settembre 2019 – “Esprimiamo i nostri più sinceri auguri di buon lavoro al neo Ministro della Salute Roberto Speranza”. E’ quanto dichiara la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) in…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522