Siete qui:

Contenuto

14 giugno 2019

SIMG: NASCE IL ‘CORE CURRICULUM’ DELLA MEDICINA DI FAMIGLIA
UNA VISIONE UNITARIA DELLA PROFESSIONE IN ITALIA E IN EUROPA

Il presidente Claudio Cricelli: “Il testo definisce e uniforma a livello nazionale i contenuti del corso triennale di formazione. I futuri medici devono saper utilizzare strumenti di organizzazione e diagnostica avanzata. Solo così può essere garantita la sostenibilità del sistema”

Firenze, 14 giugno 2019 – Un documento che definisce i cardini della medicina generale e su cui si deve basare la formazione triennale dei futuri professionisti. È il “Core Curriculum” della medicina di famiglia (Conoscenze, competenze e attitudini necessarie per una buona pratica professionale) ed è stilato dalle associazioni che rappresentano la Medicina Generale: la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG), che lo discuterà con la FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale).
“Il documento si fonda su tre cardini – spiega il dott. Claudio Cricelli, presidente SIMG -. Innanzitutto, identifica i contenuti del corso triennale di formazione degli studenti di medicina generale. La nostra professione richiede conoscenze e competenze cliniche (per la prevenzione e presa in carico di tutta la popolazione, con particolare attenzione ai pazienti anziani, fragili e con patologie croniche), organizzative (con studi associati per far fronte alla domanda di salute di tutti i cittadini), e diagnostiche (con l’uso integrato di strumenti avanzati)”. “In secondo luogo – continua il dott. Cricelli -, il ‘core curriculum’ armonizza a livello nazionale i contenuti del corso di formazione. Lo studente formato in una Regione deve essere in grado di praticare la professione non solo in un’altra Regione ma in tutta Europa. Infatti, il ‘core curriculum’ rappresenta una sorta di passaporto, perché definisce competenze che sono proprie di ogni medico di famiglia in tutti i Paesi europei. Ed è dinamico, perché aperto ai cambiamenti e alle nuove sfide quotidiane di fronte a cui la professione ci pone”.
“Il terzo cardine del ‘core curriculum’ – afferma il dott. Cricelli – è costituito dagli strumenti, purtroppo ancora poco diffusi, che devono diventare lo standard di tutta la medicina generale. Questo processo include la ricerca scientifica, gli strumenti di management e organizzazione professionale e di conoscenza dei sistemi di sanità pubblica. Senza dimenticare gli strumenti diagnostici di primo livello. I medici di famiglia devono essere in grado di fare diagnosi molto avanzate, un tempo considerate proprie solo degli specialisti, spaziando dall’elettrocardiogramma, al doppler, all’ecografia addominale fino all’esame dell’occhio e dell’orecchio. La sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale può essere garantita solo dal trasferimento della presa in carico e della diagnostica avanzata alla medicina di famiglia, che ha tutte le competenze per farsene carico”.
Il Core Curriculum identifica inoltre i criteri ed i requisiti dei formatori del Corso di Formazione in medicina generale, oggi mal definiti e scarsamente omogenei. “Occorrono qualità, esperienza e formazione particolari per insegnare ai futuri medici di medicina generale i fondamenti della professione – conclude il dott. Cricelli -. Chiediamo un curriculum definito e criteri di selezione pubblici, trasparenti e rigorosi”.
Il documento, una volta condiviso, sarà presentato per una ampia discussione sulla Rivista della SIMG e nei Congressi della Medicina Generale del nostro Paese.

Anteprima News

22/07/19

TUMORE DEL COLON RETTO: BAYER, BRISTOL-MYERS SQUIBB E ONO PHARMACEUTICAL AVVIANO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE CLINICA PER STUDIARE REGORAFENIB E NIVOLUMAB COME TERAPIA DI COMBINAZIONE

· La combinazione di regorafenib e nivolumab rispetto a regorafenib da solo sarà valutata in pazienti con tumore del colon retto metastatico con microsatelliti stabili
· Le Aziende pianificano uno studio di ricerca dell’indicazione

Milano, 22 luglio 2019 – Bayer, Bristol-Myers Squibb e Ono Pharmaceutical (“Ono”) hanno annunciato di aver avviato un accordo di collaborazione clinica per valutare la combinazione di regorafenib,…
18/07/19

Ipertensione: semplificare la terapia favorisce l’aderenza e il controllo della pressione

I risultati dello studio Senior Italia FederAnziani presentati al Ministero della Salute

Roma, 18 luglio 2019 – Senior Italia FederAnziani ha monitorato oltre 12.000 anziani attraverso un controllo costante della pressione, costruendo un vero e proprio diario dell’iperteso. Allo studio ha…
11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…
26/06/19

DEDALUS ACQUISISCE IL 60% DI SOFTECH, ECCELLENZA NELLE
SOLUZIONI INFORMATICHE SOCIO-SANITARIE
ORA POSSIBILE OTTIMIZZARE RISORSE DISPONIBILI E OFFERTA DI QUALITÀ PER IL PAZIENTE IN TUTTO IL PERCORSO CLINICO-ASSISTENZIALE

In arrivo un’offerta integrata per medici di famiglia, servizi territoriali e ospedalieri con i servizi sociali, grazie al D-Four, piattaforma tecnologica di ultima generazione.

Firenze, 26 giugno 2019 – Dedalus ha acquisito il 60% della società Softech di Bologna, leader nel segmento delle soluzioni socio-sanitarie. L’ingresso di Softech completa la strategia globale di…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522