mercoledì, 21 agosto 2019

Contenuto

24 settembre 2003

LO STUDIO SIMG SULLE DISFUNZIONI SESSUALI

L’indagine è stata condotta dalla Simg in collaborazione con la Società Italiana di Andrologia e l’Università ‘La Sapienza’ di Roma tra giugno e settembre 2003, attraverso due questionari, uno rivolto ai medici e uno ai pazienti. Di quello rivolto ai medici, su 3000 questionari, 1247 sono stati restituiti compilati.

Gli obiettivi
1. Esplorare il grado di consapevolezza da parte dei MMG relativa alle problematiche della disfunzione sessuale
2. Indagare sui fattori limitativi, nell’ambito del sapere e del saper essere, che sono di ostacolo ad una ideale gestione della disfunzione sessuale
3. Indagare il grado di percezione che il MMG ha, nell’ambito della sua attività di assistenza, nei confronti dei pazienti che presentano problematiche relative alla disfunzione sessuale
4. Esplorare il comportamento del MMG nei confronti di particolari tipologie di pazienti a rischio per disfunzioni sessuali

Tra i risultati va segnalato in particolare che il 62% dei MMG ha un elevato interessa per le disfunzioni sessuali, che secondo loro i pazienti nel 56% dei casi ne vogliono parlare con il loro medico di base, e che sarebbe necessario migliorare le capacità relazionali del MMG in questo particolare campo

Le disfunzioni sessuali. In campo maschile le principali sono la disfunzione erettile e l’ eiaculazione precoce, quelle femminili rappresentano un campo più vasto che coinvolge principalmente la sfera del desiderio in donne di tutte le età, ed i problemi ormonali in quelle in menopausa. Tutte rappresentano una entità complessa che necessita di un approccio multidisciplinare al quale possono contribuire il medico di famiglia, l’uro-andrologo, lo psico-sessuologo, il ginecologo, e l’endocrinologo.

Il ruolo del medico di famiglia. Il suo approccio, rivolto al paziente e alla coppia, dovrebbe individuare i bisogni esplicitati o non espressi o espressi attraverso messaggi criptati in una iniziale dimensione colloquiale per poi procedere ad una raccolta anamnestica singola e di coppia e, in momenti successivi, di prescrivere le indagini di primo livello o preliminari (siano essere bioumorali che strumentali) prima di attivare per il paziente e/o la coppia le necessarie consulenze specialistiche.

Anteprima News

01/08/19

URO-GINECOLOGI: “SI ALL’USO DELLE PROTESI/RETI PER LA CHIRURGIA VAGINALE”

Mauro Cervigni, segretario scientifico AIUG: “Sono dispositivi che non devono essere banditi ma utilizzati in modo corretto. Possono rappresentare un’opportunità positiva per le pazienti”

Milano, 01 agosto 2019 – “Sì all’utilizzo delle protesi/reti (mesh) per il trattamento conservativo del prolasso. Questi dispositivi medici non devono essere banditi e, se usati correttamente,…
22/07/19

TUMORE DEL COLON RETTO: BAYER, BRISTOL-MYERS SQUIBB E ONO PHARMACEUTICAL AVVIANO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE CLINICA PER STUDIARE REGORAFENIB E NIVOLUMAB COME TERAPIA DI COMBINAZIONE

· La combinazione di regorafenib e nivolumab rispetto a regorafenib da solo sarà valutata in pazienti con tumore del colon retto metastatico con microsatelliti stabili
· Le Aziende pianificano uno studio di ricerca dell’indicazione

Milano, 22 luglio 2019 – Bayer, Bristol-Myers Squibb e Ono Pharmaceutical (“Ono”) hanno annunciato di aver avviato un accordo di collaborazione clinica per valutare la combinazione di regorafenib,…
18/07/19

Ipertensione: semplificare la terapia favorisce l’aderenza e il controllo della pressione

I risultati dello studio Senior Italia FederAnziani presentati al Ministero della Salute

Roma, 18 luglio 2019 – Senior Italia FederAnziani ha monitorato oltre 12.000 anziani attraverso un controllo costante della pressione, costruendo un vero e proprio diario dell’iperteso. Allo studio ha…
11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522