mercoledì, 21 agosto 2019

Contenuto

20 giugno 2003

SINTESI DELL’INTERVENTO DEL PROF. GIAN DOMENICO ANGELINI

Il prof. Angelini è direttore del Bristol Heart Institute - Bristol (GB).

Il congresso ‘Update on cardiovascular diseases’ che si svolge a Napoli è l’unico e il primo in Italia nel settore delle malattie cardiovascolari ad avere sia il patrocinio della Società Europea di Cardiologia che di quella di Cardiochirurgia.
In ambito cardiochirurgico, quest’anno i temi principali saranno tre: rapido intervento, riduzione del trauma e minima invasività.
Nel trattamento acuto dell’infarto miocardico, l’angioplastica primaria, cioè l’inserimento di un palloncino per riaprire la coronaria ostruita, è la procedura fondamentale, anche se ancora non viene praticata così frequentemente. La ragione di ciò è principalmente logistica, di personale, organizzazione e attrezzature, perché serve una sala di cateterismi ed emodinamica operativa 24 ore su 24 e pronta ad agire nel giro di 30 minuti. Ad esempio in Campania si fanno poche centinaia di angioplastiche primarie all’anno, mentre gli infarti sono migliaia. E’ quindi un servizio sanitario molto al di sotto di quelle che sono le reali necessità della popolazione.
Le ostruzioni carotidee sintomatiche, in passato, e in parte anche oggi, venivano operate chirurgicamente; la tendenza attuale è invece di utilizzare anche qui l’angioplastica.
I vantaggi sono: la non-invasività, l’anestesia solamente topica nella zona di immissione del catetere (arteria della gamba), e il paziente sveglio che può dare utili indicazioni al chirurgo comunicando eventuali problemi. In Campania il centro dell’ospedale di Mercogliano (Avellino) è specializzato in questo intervento.
Nei bambini con difetti valvolari congeniti (normalmente la polmonare che ‘perde’) c’è ora la possibilità, che arriva dalle prime applicazioni effettuate Inghilterra, di impiantare una nuova valvola cardiaca senza aprire il torace, cioè non a cuore aperto: la nuova valvola viene montata in uno stent (supporto) e ‘portata’ al cuore sempre con un catetere inserito da un’arteria della gamba. Al termine del catetere, come nell’angioplastica, c’è un palloncino che nel momento giusto si gonfia e installa la nuova valvola.
L’uso di tecniche mini-invasive è l’attuale frontiera della cardiochirurgia. Un altro esempio è la tecnologia a cuore battente nei pazienti coronarici: si opera con il cuore che continua a battere normalmente, senza l’ausilio della macchina per sostenere la circolazione. Altro settore che riguarda le tecniche minimamente invasive è quello sperimentato dal prof. W. Chitwood che sta mettendo a punto l’uso dei robot, specie per la chirurgia valvolare.
Ma la presenza più rilevante del congresso sarà la lettura del prof. Eugene Brandwald, ‘padre’ della moderna cardiologia, che individuerà le ultime tappe di questa disciplina prospettando le prossime frontiere.

Anteprima News

01/08/19

URO-GINECOLOGI: “SI ALL’USO DELLE PROTESI/RETI PER LA CHIRURGIA VAGINALE”

Mauro Cervigni, segretario scientifico AIUG: “Sono dispositivi che non devono essere banditi ma utilizzati in modo corretto. Possono rappresentare un’opportunità positiva per le pazienti”

Milano, 01 agosto 2019 – “Sì all’utilizzo delle protesi/reti (mesh) per il trattamento conservativo del prolasso. Questi dispositivi medici non devono essere banditi e, se usati correttamente,…
22/07/19

TUMORE DEL COLON RETTO: BAYER, BRISTOL-MYERS SQUIBB E ONO PHARMACEUTICAL AVVIANO UN ACCORDO DI COLLABORAZIONE CLINICA PER STUDIARE REGORAFENIB E NIVOLUMAB COME TERAPIA DI COMBINAZIONE

· La combinazione di regorafenib e nivolumab rispetto a regorafenib da solo sarà valutata in pazienti con tumore del colon retto metastatico con microsatelliti stabili
· Le Aziende pianificano uno studio di ricerca dell’indicazione

Milano, 22 luglio 2019 – Bayer, Bristol-Myers Squibb e Ono Pharmaceutical (“Ono”) hanno annunciato di aver avviato un accordo di collaborazione clinica per valutare la combinazione di regorafenib,…
18/07/19

Ipertensione: semplificare la terapia favorisce l’aderenza e il controllo della pressione

I risultati dello studio Senior Italia FederAnziani presentati al Ministero della Salute

Roma, 18 luglio 2019 – Senior Italia FederAnziani ha monitorato oltre 12.000 anziani attraverso un controllo costante della pressione, costruendo un vero e proprio diario dell’iperteso. Allo studio ha…
11/07/19

I PEDIATRI DI FAMIGLIA FIMP AL MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO
“NEI NOSTRI STUDI SERVONO PIU’ COLLABORATORI E STRUMENTI DIAGNOSTICI”

Il Presidente Paolo Biasci: “Così possiamo favorire l’appropriatezza prescrittiva, ridurre le ospedalizzazioni e determinare importanti risparmi all’intero sistema sanitario nazionale. Rapporto di fiducia con le famiglie elemento di forza dell’assistenza pediatrica grazie al rapporto convenzionale”

Roma, 11 luglio 2019 – “Bisogna garantire su tutto il territorio nazionale studi di pediatri di famiglia dotati di personale qualificato e di attrezzature diagnostiche a risposta rapida (o self-help).…
28/06/19

I FIMP: “CONDIVIDIAMO LE PROTESTE DEL MINISTRO GRILLO CONTRO CHI VUOLE METTERE IN DUBBIO IL VALORE DELLE VACCINAZIONI”

Roma, 27 giugno 2019 - “Facciamo nostre le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo, parole che devono far molto riflettere su quanto sta avvenendo nel nostro Paese rispetto ad una questione,…

Intermedia s.r.l.
+39 030 226105
intermedia@intermedianews.it
Via Malta, 12/b - 25124 Brescia
Via Ippolito Rosellini 12 - 20124 Milano
Via Monte delle Gioie 1 - 00199 Roma
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522